Difensore civico Veneto: per i reclami contro Telecom non solo 187, l’Agcom ha previsto sportello unico. Ma forse non e’ cosi’

A obbligare il colosso nazionale dei telefoni a confrontarsi direttamente con gli abbonati, sino a oggi affidati esclusivamente al servizio 187 – come annuncia una nota del difensore civico regionale veneto -, e’ l’Agcom


(ADUC.it) – Telecom Italia dovra’ aprire in ogni citta’ uno sportello dedicato agli utenti. A obbligare il colosso nazionale dei telefoni a confrontarsi direttamente con gli abbonati, sino a oggi affidati esclusivamente al servizio 187 – come annuncia una nota del difensore civico regionale veneto -, e’ l’Autorita’ per le garanzie nelle comunicazioni che ha accolto centinaia di migliaia di istanze filtrate dai difensori civici e dalla polizia postale. L’annuncio di quella che viene definita una piccola-grande rivoluzione nei rapporti tra Telecom e utenti sara’ ufficializzato il 26 gennaio a Verona dal difensore civico del Veneto Vittorio Bottoli.
Il professionista veronese aveva denunciato i problemi sorti tra Telecom e cittadini alla Procura della Repubblica e all’autorita’ di garanzia delle comunicazioni arrivando a prospettare anche nei confronti della grande azienda il reato di associazione a delinquere.
‘Un ufficio per gli utenti e’ obbligo di legge – dice Bottoli – la Telecom ha sempre negato questa necessita’ sostenendo che bastasse il 187 del quale tuttavia e’ noto il disservizio’.

A dire il vero, da quanto si legge dalla lettera inviata dal Capo di Gabinetto dell’Autorita’, Guido Stazi, al difensore civico della Regione Veneto, Vittorio Bottoli, si evince che l’interpretazione del difensore civico di veneto ha interpretato in modo estensivo la risposta dell’Agcom. Stazi spiega che, ‘nell’ambito della procedura con cui Telecom Italia ha assunto una serie di impegni con l’Autorita’ diretti a rendere aperto e non discriminatorio nei confronti dei concorrenti l’accesso alla propria rete, l’Agcom ha infatti chiesto e ottenuto una serie di impegni vincolanti a tutela dell’utenza.
Si tratta di ‘misure atte a deflazionare il contenzioso con gli utenti’: in questo senso, si legge, ‘Telecom Italia dovrebbe semplificare le procedure attualmente in vigore, anche predisponendo – mediante le opportune modifiche di tipo organizzativo – uno sportello unico al quale possano rivolgersi gli utenti per i problemi sopra evidenziati. Cio’ permettera’ di dare soddisfazione alle numerose istanze che riceviamo’ con ‘l’istituzione di una sorta di sportello unico da parte di Telecom Italia’ che avviene ‘non per via autoritativa – non ne avevamo i poteri – ma negli impegni volontari assunti da Telecom e resi vincolanti dalla nostra accettazione’.
Istituzione di sportello unico non vuol dire che Telecom Italia dovra’ aprire in ogni citta’ uno sportello dedicato agli utenti.

printfriendly pdf button - Difensore civico Veneto: per i reclami contro Telecom non solo 187, l'Agcom ha previsto sportello unico. Ma forse non e' cosi'
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Difensore civico Veneto: per i reclami contro Telecom non solo 187, l'Agcom ha previsto sportello unico. Ma forse non e' cosi'

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL