Diritti connessi, guerra SCF/Radio. Dopo l’embargo delle nazionali si allarga il fronte delle locali che oscurano le nuove uscite discografiche

"Sono oramai oltre 700 le emittenti aderenti alla protesta generale che ha coinvolto, per la prima volta, quasi tutte le stazioni fm esistenti in Italia".

Lo ha comunicato a questo periodico il Circuito Le 100 Radio, secondo il quale "Gli editori, stanchi delle continue vessazioni subite negli ultimi anni, dopo la triste storia dei contributi per l’editoria tolti con effetto retroattivo, i contributi a fondo perduto previsti dalla legge ma di fatto mai erogati dal 2007, hanno fatto sì che la situazione esplodesse in una rabbia che, partita dal circuito nazionale delle 100 Radio, ha coinvolto indistintamente tutti, mettendo da parte fedi politiche e associative, portando la protesta nei palinsesti quotidiani, non con i soliti spot poco comprensivi da chi ascolta, ma programmando solo quegli artisti e quelle etichette che hanno avuto il coraggio di rompere quegli schemi di promozione radiotelevisiva che da qualche anno stanno uccidendo la musica". "I diritti connessi negli Stati Uniti non esistono in quanto l’industria non può creare arte. In Italia una legge di 70 anni fa, in condizioni certamente diverse, ha riconosciuto questo diritto discografico che oggi ha ben poco a che vedere con l’arte – continua la nota del Circuito Le 100 Radio – E da alcune ore la protesta italiana è arrivata anche nelle redazioni delle radio europee che si stanno interessando a quanto accade nel nostro paese, ragionando sull’opportunità di intraprendere identiche azioni. Chissà se, come già successo nel 1975 con l’avvento delle radio libere, l’Italia sia ancora una volta capofila di un nuovo pensiero di libertà?"

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Diritti connessi, guerra SCF/Radio. Dopo l'embargo delle nazionali si allarga il fronte delle locali che oscurano le nuove uscite discografiche

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL