Diritto d’autore, diritti connessi: diritti relativi ai progetti di lavori dell’ingegneria

Il Capo VII del Titolo II della legge sul diritto d’autore tratta dei diritti che riguardano le progettazioni di lavori ingegneristici e consiste di un solo articolo, il 99, composto da tre commi.

Al primo comma è stabilito che all’autore di progetti di lavori di ingegneria, o di lavori ad essi analoghi, che costituiscano soluzioni originali a problemi tecnici, compete sia il diritto esclusivo di riproduzione dei piani e dei disegni che si riferiscono a tali progetti sia il diritto ad un equo compenso dovuto da coloro che, senza il consenso dell’autore, realizzano il progetto tecnico per scopi di lucro. Nel secondo comma viene poi definita la formalità che qualifica all’esercizio del diritto all’equo compenso. Tale formalità consiste nell’inserire, da parte dell’autore, una dichiarazione di riserva sopra il piano od il disegno congiuntamente all’esecuzione del deposito del piano o disegno stesso presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri; questo atto secondo le prescrizioni stabilite nel regolamento. Il terzo ed ultimo comma si riferisce alla durata di questo diritto a percepire l’equo compenso che è di venti anni a contare dal giorno del deposito prescritto al comma precedente. E’ poi l’articolo 11 del Regolamento per l’esecuzione della Legge 22 aprile 1941, n 633 approvato con R.D. del 18 maggio 1942, n.1369 che si rivolge a chi vuole riservarsi il predetto diritto all’equo compenso a carico di coloro che realizzano il progetto tecnico a scopo di lucro. Viene infatti in questo articolo stabilito che la formalità consiste nel presentare al Ministero dei Beni culturali, da parte di chi ne ha interesse, una dichiarazione conforme al modulo allegato al regolamento stesso, in doppio originale, sottoscritta direttamente dall’autore o da suo rappresentante, per ciascun progetto tecnico per il quale si vuole fare la riserva. Al comma secondo di questo articolo viene inoltre chiarito che alla dichiarazione deve essere unita, per il deposito, una copia del piano o disegno del progetto. L’ultimo comma infine richiama la disposizione dell’art. 8 sempre del regolamento, dove al terzo comma è scritto che l’ufficio al quale si presenta la dichiarazione ne restituisce una copia con apposto il visto dell’eseguito deposito. (G.T. per NL)
 

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Diritto d'autore, diritti connessi: diritti relativi ai progetti di lavori dell’ingegneria

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL