DTT. Deejay Tv: ascolti e raccolta pubblicitaria ok. E lo switch off in Lombardia ha dato una marcia in più

In attesa che il prossimo 8 marzo si riunisca il cda del Gruppo L’Espresso per approvare i conti dell’anno appena trascorso, il 2010 si chiude per Deejay tv con risultati positivi sul piano degli ascolti e una raccolta pubblicitaria in crescita del 75% rispetto alle ultime rilevazioni (2009) di All Music, l’emittente – andata in pensione, nel frattempo – di cui ha ereditato le frequenze.

A rendere nota la soddisfazione dei vertici dell’emittente e del gruppo di cui fa parte è stato Massimo Solieri, direttore centrale radio-tv di Manzoni, la concessionaria pubblicitaria che si occupa della raccolta dell’Espresso, intervistato da ItaliaOggi. “La raccolta pubblicitaria di Deejay tv – ha detto -, on air dal 9 novembre 2009, è cresciuta del 75% nel suo primo anno di attività. Per il 2010 – ha continuato – abbiamo raggiunto gli obiettivi, seppur fossero ambiziosi e con un palinsesto operativo da febbraio”. Le campagne pubblicitarie sono state 192 nel 2010, per quest’anno si puntano a superare le 200 unità. Il canale – riedizione perfezionata della storica Deejay Television, nata da un progetto di Linus nella prima metà degli anni Ottanta – ha, tra l’altro, tratto grande giovamento, sempre secondo quanto sostenuto da Solieri, dal recente passaggio al digitale della Lombardia, conclusosi lo scorso 26 novembre. “Gli ascolti hanno raggiunto le 70-80mila persone nel minuto medio – ha continuato, infatti, Solieri – A partire dallo switch in Lombardia siamo cresciuti del 30% nei contatti giornalieri (grazie, anche, all’ottimo posizionamento sul tasto numero 9 del telecomando, ndr), di cui il 25% è concentrato nel nostro core target”, ossia quello tra i 14 e i 44 anni, su cui l’emittente ha un’incidenza altissima, concentrando circa l’80% del totale dei suoi spettatori in questa fascia. Ma anche il mercato radiofonico lascia presagire segnali di crescita, dopo il periodaccio degli ultimi due anni. “Prevediamo che il mercato radiofonico chiuda il 2010 su dell’8-9% – ha detto ancora – mentre noi cresciamo sopra il 10%”. Capitolo palinsesti. Come già illustrato in un precedente articolo dell’11 novembre, attualmente il palinsesto si compone di diciannove programmi, tra cui quelli più gettonati sono l’omologo televisivo di Deejay chiama Italia, Nientology, The Club e Havana Film-project. Ultimi arrivati in casa Deejay tv sono, invece, Trin Trun Tran, che andrà in onda dal prossimo 25 gennaio (lunedì-giovedì) alle 23,30 e sarà una parodia – condotta da Fabio Alisei, Wender e Paolo Noise, che hanno recentemente abbandonato lo Zoo di 105 – di Bim Bum Bam, la celebre trasmissione per bambini andata in onda a cavallo tra gli anni Ottanta e Novanta sulle reti Mediaset, e Uomini che studiano le donne (lunedì-venerdì, ore 19), una sorta di talk show/quiz, condotto da Andrea, Michele, Nora Mogalle e Christie Peruso, che esplorerà i misteri dell’universo femminile. (L.B. per NL)
printfriendly pdf button - DTT. Deejay Tv: ascolti e raccolta pubblicitaria ok. E lo switch off in Lombardia ha dato una marcia in più