DTT. Definite linee di intervento per contributi a fondo perduto a PMI lombarde in vista switch-off

In vista dell’imminente switch – off che interesserà la Lombardia a partire da fine ottobre, con deliberazione di Giunta regionale n. IX/000378 del 05/08/2010 sono state previste azioni volte a sostenere gli investimenti e le spese effettuate dalle imprese operanti nel territorio lombardo ai fini del passaggio definitivo al DTT.

Gli interventi costituiscono un’integrazione alle Linee Guida del Programma Operativo Regionale Competitività FESR 2007-2013 della Regione Lombardia, il documento approvato dalla Commissione Europea con decisione C(2007) 3784 del 01/08/2007 – modificata con decisione C(2010)1575 del 15/03/2010 – con l’obiettivo di supportare lo sviluppo della competitività dell’economia e del territorio regionale. Esso si articola in 4 Assi diantenne%20postazione%20Valcava%202 - DTT. Definite linee di intervento per contributi a fondo perduto a PMI lombarde in vista switch-off intervento: innovazione ed economia della conoscenza; energia; mobilità sostenibile; tutela e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale e prevede, tra gli obiettivi operativi rientranti nell’Asse 1, investimenti in ricerca e sviluppo innovativo e tecnologico. Le prime Linee Guida di attuazione del Programma Operativo Regionale sono state approvate nell’ottobre del 2008 (con deliberazione della Giunta n. VIII/8298 del 29/10/2008) e successivamente modificate nel dicembre 2009 e nei mesi di febbraio e luglio di quest’anno. L’ultima modifica risale appunto allo scorso 5 agosto, ed è stata determinata dalla necessità e dall’obiettivo “di incentivare l’innovazione tecnologica degli impianti e delle apparecchiature che compongono la rete di diffusione televisiva terrestre, ai fini della completa riconversione digitale del processo di trasmissione” supportando a tale scopo “le PMI abilitate a operare nel mercato della televisione digitale terrestre, attraverso un specifica azione (…)”. Si tratta dell’Azione D, che trova collocazione nell’ambito della Linea di Intervento 1.1.2.1. “Sostegno alla crescita competitiva delle imprese lombarde”. L’aiuto sarà concesso, ai soggetti legittimamente operanti nel territorio, nella forma di contributo a fondo perduto, nel limite massimo del 50% dell’ammontare complessivo delle spese ammissibili. Tra le spese agevolabili rientrano, tra l’altro: studi di fattibilità tecnico-economica e finanziaria precedenti e propedeutici alla realizzazione del programma di investimento, nel limite del 10% del costo ammissibile; acquisto di impianti, strumenti e apparecchiature, nuovi di fabbrica, che compongono la rete di diffusione, finalizzati alla realizzazione della trasmissione in tecnologia digitale; opere murarie, impiantistica in generale e costi assimilati, necessari al funzionamento dei predetti impianti ed apparecchiature; acquisizione di software, etc. Gli investimenti e le relative spese dovranno attenere ad impianti localizzati in Lombardia e dovranno essere strettamente connesse al programma di investimento per il quale si richiederà l’accesso al contributo. Le modalità procedurali specifiche per la concessione del beneficio saranno stabilite con apposito avviso pubblico, in base al quale i soggetti interessati potranno presentare le domande, che verranno valutate sia sotto l’aspetto formale che dal punto di vista tecnico ed economico. Ai beneficiari del contributo verrà erogato un acconto del finanziamento all’avvio del progetto ed il saldo alla sua conclusione. Potranno essere ammesse le spese decorrenti “dal 1° gennaio 2007 e comunque secondo quanto previsto dall’avviso pubblico per gli aiuti concessi in conformità con il Regolamento CE n. 1998/2006”, relativo agli aiuti de minimis, e “dal 9 giugno 2009 e comunque secondo quanto previsto dall’avviso pubblico per gli aiuti concessi in conformità con il regime di aiuto n. 248/2009”. Quest’ultimo consta di un pacchetto di misure temporanee (fino ad un massimo di 500.000 euro per impresa) approvato dalla Commissione Europea allo scopo di erogare aiuti alle imprese in difficoltà di finanziamento a seguito dell’attuale crisi economica. (D.A. per NL)
 
printfriendly pdf button - DTT. Definite linee di intervento per contributi a fondo perduto a PMI lombarde in vista switch-off