DTT. Montrone (Alpi): “Peluffo tolga il tetto degli spot alla Rai e venda 4 frequenze”

Luca Montrone, presidente dell’associazione di emittenti locali Alpi e del Gruppo Telenorba, suggerisce al Governo, e in particolare al nuovo sottosegretario alla Comunicazione Paolo Peluffo, di togliere il tetto di raccolta pubblicitaria imposto alla Rai e di mettere all’asta le nuove quattro reti digitali.

L’operazione, a suo parere, frutterebbe complessivamente 3,5 miliardi di euro che potrebbe essere impegnati per sostenere le piccole e medie aziende del Sud attraverso una riduzione dell’Irap colmando così il divario col Nord. “Ciò che lo Stato regala a Mediaset – scrive Montrone in una nota riferendosi alla pubblicità che, a causa del tetto, finisca sulle reti Mediaset – lo pagano, col canone, i cittadini. Per questo per riequilibrare il sistema, il canone dovrebbe servire non a coprire i costi fantasmagorici e i cachet di lusso della Rai, ma a rivitalizzare il sistema televisivo, garantendo anzitutto l’esistenza delle tv locali, e la Rai dovrebbe poter acquisire liberamente la pubblicità confrontandosi col mercato, in base agli ascolti. In ogni caso, si dovrebbe fissare il tetto massimo di affollamento degli spot, sia per la Rai sia per Mediaset al 16 per cento. Una fetta di canone di 200 milioni potrebbe essere sufficiente per la tv di Stato – secondo Montrone – per finanziare programmi con spiccate finalità sociali,mentre lo Stato incasserebbe la parte restante, pari ad 1,5 miliardi”. Quanto all’asta delle nuove reti digitali frutterebbe, secondo Montrone, almeno 2 miliardi di euro. “Se dobbiamo puntare a far crescere il Pil, obiettivo primario anche rispetto alla riduzione dei costi, è evidente che riducendo l’Irap alle aziende del Sud l’obiettivo è più facilmente raggiungibile, e, oltretutto, restringerebbe il divario. Perciò, si recuperino i 3,5 miliardi da canone tv e canali digitali, e si alleggerisca di pari importo il carico Irap alle aziende del sud. E’ quello che le tv locali auspicano, confidando nella disponibilità del Governo Monti a restituire equità ad un sistema come quello televisivo da cui dipendono le sorti della democrazia e della crescita economico-sociale del Paese, ma che finora è stato asservito esclusivamente agli interessi di Berlusconi”. (TM News)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - DTT. Montrone (Alpi): “Peluffo tolga il tetto degli spot alla Rai e venda 4 frequenze”

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL