DTT, tv locali: 50 deputati chiedono a governo di intervenire per evitare tracollo settore a causa proposta regolamentazione LCN non condivisa

”Le televisioni regionali sono una risorsa del Paese e devono essere salvaguardate e rispettate. Il governo deve intervenire immediatamente per tutelare una risorsa democratica che tiene in vita l’informazione e l’identita’ regionale”.

Oltre 50 deputati del Pdl di tutte le regioni italiane, primo firmatario il sardo Mauro Pili, mettono nero su bianco la loro posizione con una mozione parlamentare che e’ stata presentata stamane alla Camera. Una mozione che chiede al governo di intervenire immediatamente per evitare il tracollo dell’emittenza locale regionale che per effetto del digitale terrestre potrebbe essere travolta e cancellata. Per i 50 parlamentari del Pdl il richiamo parte dal presupposto che la sintonia automatica del posizionamento dei canali sul telecomando rappresenta una posizione di mercato che non puo’ essere arbitrariamente stravolta ma deve rispettare quella precedente al digitale terrestre. ”Le televisioni regionali – sostiene Pili, primo firmatario della mozione – sono imprese che hanno conquistato con grandi sacrifici le posizioni di mercato grazie ad investimenti e un ruolo insostituibile nel mondo dell’informazione. Azzerare questo patrimonio con un colpo di sintonia automatica e’ un colpo letale che rischia di provocare migliaia di disoccupati in un colpo solo”. ”Le televisioni regionali – prosegue Pili – devono essere inserite a pieno titolo nella sintonia automatica dal n.8 ad almeno il numero 20 del telecomando. I criteri devono rispettare la storia di ogni singola regione e non puo’ essere un provvedimento burocratico o politico a cancellare questo patrimonio. La Sardegna, prima regione a sperimentare l’attivazione del digitale terrestre – sostiene Pili – ha pesantemente pagato l’aggravio della fase di avvio e della sua gestione e ormai in tutte le regioni italiane si verifica un crollo degli ascolti che rischia di provocare un danno economico insopportabile per le televisioni regionali”. (Adnkronos)
 

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - DTT, tv locali: 50 deputati chiedono a governo di intervenire per evitare tracollo settore a causa proposta regolamentazione LCN non condivisa

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL