DTT, tv locali, Sicilia: verso il rifacimento delle graduatorie a seguito di indagini della Procura di Ragusa su un’intesa di 8 emittenti utilmente collocata per l’assegnazione di canali

Sono stati denunciati dalla Guardia di finanza alla Procura della Repubblica di Ragusa i responsabili di 8 network provider locali che avrebbero reso dichiarazioni false per posizionarsi utilmente nella graduatoria stilata dal Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento Comunicazioni per l’attribuzione di frequenze per il digitale terrestre nella regione Sicilia.

Le emittenti indagate avrebbero sottoscritto un patto d’intesa presentando dichiarazioni e attestazioni non veritiere col fine di indurre in errore la Pubblica Amministrazione chiamata ad attribuire i punteggi per l’assegnazione (avvenuta il 12 giugno 2012) di canali DTT. La magistratura requirente ipotizza i reati di truffa aggravata ai danni del ministero dello Sviluppo economico e di falsita’ ideologica commessa da privati in atto pubblico. Nelle more delle indagini, gli atti sono stati inviati al Dipartimento per le Comunicazioni del MSE per il rifacimento della graduatoria. Nel frattempo, sarebbero in corso ulteriori accertamenti e verifiche anche nella direzione dei contributi economici percepiti dai medesimi soggetti ex L. 448/1998. (E.G. per NL)
printfriendly pdf button - DTT, tv locali, Sicilia: verso il rifacimento delle graduatorie a seguito di indagini della Procura di Ragusa su un'intesa di 8 emittenti utilmente collocata per l'assegnazione di canali