E-book mania: i lettori digitali dilagano e aiutano anche le biblioteche

Ora anche le biblioteche cercano di sopravvivere alla crisi – causata dai pesanti tagli alla cultura – grazie ai libri digitali. Nell’arco temporale di cinque anni, infatti, si è assistito ad una forte diminuzione degli investimenti pubblici in favore delle biblioteche statali, passando da un budget di 30 milioni di euro a soli 17.

E a pagarne le conseguenze sono in particolare gli acquisti di libri nuovi, settore che deve sopravvive con soli 3 milioni di euro contro i precedenti 8. Ed ecco che iniziano a spuntare i primi libri digitali tra gli scaffali delle librerie. Sì perché questo nuovo modo di lettura, più moderno e al passo con la tecnologia, si sta facendo strada anche nel più tradizionale settore della carta stampata: quello delle biblioteche. Già oltreoceano, di preciso nella Stanford University in California, si assiste al fenomeno degli scaffali “senza libri”. Secondo un membro dell’associazione biblioteche universitarie statunitensi, l’obiettivo è quello di eliminare del tutto i vecchi libri per far posto a quelli digitali, essendo un vantaggio sia per la facoltà sia per gli studenti, i quali potranno consultare i volumi in qualsiasi posto si trovino e a qualsiasi orario. In Italia, il via agli ebook è stato dato dalle biblioteche comunali “Renato Fucini” ad Empoli e quella di Cologno Monzese. Quest’ultima – con un investimento di ventimila euro, di cui la metà derivanti da un finanziamento regionale – ha comprato ad inizio anno quaranta lettori digitali scatenando l’interesse dei cittadini che non hanno tardato a farsi avanti per prenotare una lettura digitale. Tuttavia, come sottolineato da Luca Ferri responsabile della biblioteca, l’entusiasmo è andato scemando per via del genere dei volumi digitali, prettamente classici e poco appetibili. A questo empasse si è già posto rimedio in quanto a breve arriveranno i primi acquisti di narrativa contemporanea: 300 titoli che spaziano da Baggiani a Murgia, da Ken Follet a Nothomb. Scenario simile per la biblioteca comunale di Empoli, ove, a fronte di un investimento di poco più di mille euro, gli e-reader sono undici, con una sessantina di titoli a disposizione del lettore e prenotazioni che arrivano fino a febbraio. Dunque ci si reca in biblioteca, si prende in prestito l’ebook con l’opera che si vuole leggere e si porta a casa il tutto. Innovativo strumento di lettura che consente di fare quel che sul tradizionale libro cartaceo non era possibile, ossia sottolineare e apporre note a margine, il tutto senza rovinare il testo in quanto, una volta restituito, l’ebook viene resettato cancellandosi così ogni dato personale dell’utente. (M.C. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - E-book mania: i lettori digitali dilagano e aiutano anche le biblioteche

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL