Editoria. All’editore puro Urbano Cairo il 48,8% di Rcs

Questa mattina Urbano Cairo ha annunciato il controllo di fatto su Rcs con il 48,8% del capitale sociale che potrebbe aumentare fino al 60%. Previsto nuovo cda e nuovi progetti sul piano editoriale.

Lo scettro del comando va ad Urbano Cairo, che ha annunciato questa mattina il controllo di fatto su Rcs. Nell’ultimo giorno di offerte, l’Ops dell’editore di La7 aveva infatti raggiunto il 48,8%, superando la cordata di azionisti guidata da Andrea Bonomi e che includeva Diego Della Valle, Mediobanca, Unipolsai e Pirelli, la cui Opa si è fermata al 37,7% circa del capitale. Questa mattina, il gruppo Cairo Communications ha fatto sapere, attraverso un comunicato stampa, che “sono state portate in adesione all’Offerta azioni RCS pari al 48,82236% del capitale sociale”; inoltre, nello stesso comunicato, Cairo “rende noto di rinunciare alla Condizione del Livello Minimo di Adesioni” avendo in adesione “un numero di azioni” che consente di “esercitare il controllo di fatto su RCS e, in ogni caso, superiore al 35% più 1 (una) azione RCS”. Dal canto suo, Bonomi ammette la sconfitta con l’editore alessandrino, facendo sapere quindi che le azioni portate in adesione saranno restituite ai rispettivi titolari, i quali potranno quindi aderire all’offerta di Cairo nei cinque giorni di Borsa successivi alla pubblicazione dei risultati definitivi, previsti per il 21 luglio. Questi azionisti hanno un totale pari a circa il 12,9% del capitale, che potrebbe quindi portare il nuovo editore a superare la soglia del 60%. Secondo quanto Cairo aveva dichiarato nei giorni passati, il progetto editoriale prevedrebbe di “promuovere il Corriere della Sera” attraverso campagne mirate “all’interno dei programmi d’informazione di La7”; ma si parla anche di andare oltre confine, con l’esempio della Spagna dove “i periodici costano più di 1 euro e quindi c’è spazio per lanciare nuovi prodotti”. Sempre nei giorni scorsi, Cairo ha avuto modo di voler cambiare il cda e lasciato intendere di poter prendere il ruolo di ad, volendo essere “in prima linea”; sarebbe inoltre prevista una fusione fra Rcs e Cairo Communications, da realizzarsi in uno o due anni. (E.V. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Editoria. All’editore puro Urbano Cairo il 48,8% di Rcs

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL