Editoria. La guerra dei libri prosegue sul web

Ne avevamo parlato già qualche giorno fa: la presentazione dell’iPad sta avendo effetti che vanno ben oltre il mercato potenziale di questi “palmari da tavolo” o e-book reader che dir si voglia.

iPad, infatti, non è altro che un supporto. E i ritorni, per Apple, non verranno solo dalla vendita di queste apparecchiature. La fetta più grande della torta riguarda la “provvigione” su ogni e-book che sarà venduto tramite iTunes (e successivamente visualizzato su iPad). L’ingresso di Apple in questo mercato sta rovesciando, almeno temporaneamente, i rapporti di forza tra editori e rivenditori online. Apple deve recuperare quote di mercato, rispetto ad Amazon e Google ed è quindi disposta a concedere di più agli editori. Fisserà prezzi a loro più graditi (un poco più alti) e gli lascerà una parte maggiore dei proventi (il 70% invece del 60%). Sembrano piccoli ritocchi, ma provate a immaginare quali saranno gli effetti legati alla vendita di migliaia e migliaia di copie. Questa mossa ha, di fatto, restituito forze alle case editrici, che ora possono rinegoziare le loro posizioni nei confronti di Amazon e Google. Questa volta con il coltello dalla parte del manico. Vi avevamo già raccontato dei problemi tra McMillan e Amazon. E’ di ieri invece una notizia del NYT (www.nytimes.com/2010/02/09/books/09google.html?hpw), che ci dice che qualcosa di molto simile sta accadendo con Google. Il gigante di Mountain View stava negoziando condizioni particolarmente svantaggiose per gli editori, tipo la possibilità di lasciar stampare agli utenti copie del’e-book che acquistano o di poter liberamente copiare e incollare parti dei libri. Google era sicura di poter forzare la mano e costringere gli editori a firmare un accordo di questo tipo. Ma la mossa di Apple ha fatto saltare il tavolo e stando a quanto riporta il NYT, ora Google si sta dimostrando molto più sensibile alle ragioni degli editori. La guerra degli e-book è appena iniziata. Staremo a vedere quale sarà la prossima mossa. (Davide Agazzi per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Editoria. La guerra dei libri prosegue sul web

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL