Editoria. Tutti con il fiato sospeso per il collaudo di Murdoch sul Times

Al di là di quello che ogni editore possa pensare e preferire, sarebbe un bugiardo se non ammettesse di sperare nel successo delle formule a pagamento di Newscorp.

Com’è noto, infatti, il prossimo giugno Rupert Murdoch collauderà la forma di quotidiano online a pagamento anche per il Times. E non è un caso che gli editori concorrenti osservino molto attentamente questo processo, nella speranza che il nuovo paradigma economico possa affermarsi e possa, progressivamente, essere esteso a molte altre testate giornalistiche. Ma che lo faccia lui il primo passo, suggeriscono i restanti big dell’editoria. E se dovesse andargli male, lo “Squalo” non avrebbe problemi a vendere l’intera testata britannica, senza quindi perdere nemmeno un centesimo su tutta l’operzione. È questo che si vocifera ai piani alti delle più illustri redazioni, dove la strategia del magnate australiano è considerata pericolosa ma necessaria. Purchè sia lui a testarla per primo. Del resto, anche la società di consulenza inglese McKinsey ha fatto notare che, nonostante le previsioni, le news (in formato cartaceo o elettronico) vanno a gonfie vele e nel caso britannico, nel 2009, i lettori ci avrebbero dedicato fino a 72 minuti la settimana, ovvero il 10% in più di quanto accadeva nel 2006. A questo si aggiunga che sicuramente, la frammentazione dell’informazione sui media è da imputare ad una sorta di interesse generazionale: gli ultra cinquantenni preferiscono il quotidiano, i giovanissimi il web e nel mezzo rimangono tutti gli affezionati alla cara, vecchia televisione, fonte di informazione primaria a livello mondiale. Stando a questi dati, quindi, la mossa di Murdoch potrebbe essere considerata contro corrente, ma ci vorrebbe ben altro per fermare le sorti del quotidiano britannico. E intanto gli editori rimangono in silenzio o peggio, scherniscono il tycoon parlando di strategia anacronistica, ma attendono con ansia l’esito del collaudo, Nella speranza di poter replicare, quanto prima. (M.M.per NL)
 

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Editoria. Tutti con il fiato sospeso per il collaudo di Murdoch sul Times

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL