Fm revolution: nuovi assetti radioelettrici a Milano (e non solo)

Come preannunciato con ampio anticipo da questo periodico, da ieri stanno cambiando le modulazioni di molti impianti di radiodiffusione sonora della Lombardia e del Piemonte a seguito di un’importante operazione


Il gruppo Media Hit, capitanato da un infaticabile Loriano Bessi, si conferma il maggior player della radiofonia locale del nord Italia con una nuova grande operazione che, alterando profondamente l’equilibrio radioelettrico dell’importantissima piazza milanese, ma con incidenze periferiche in gran parte della Lombardia e del Piemonte (verranno movimentati oltre una ventina di impianti di rilevante portata diffusiva), è destinata ad avere ripercussioni sugli assetti commerciali del settore radiofonico locale (ma non solo).
Con una complessa operazione di acquisizione e di scambi di impianti condotta con Radio Super Hit di Enzo Festa, il gruppo editoriale toscano ha implementato fortemente la presenza della prima emittente del gruppo, Radio Cuore, che da oggi sarà integralmente ascoltabile sulle frequenze più importanti della “radio delle stelle” (92,4 per Milano e 92,6 per gran parte del Piemonte e della Lombardia, in primis) ed ha introdotto (sempre su frequenze ex RSH), in aree fino ad ora non illuminate, altre proprie emittenti (in particolare Radio Cuore 2, prodotto editoriale emergente, sul quale pare che Mediahit intenda puntare non poco).
Per conto proprio, Radio Super Hit consoliderà la propria attività su quella parte del precedente bacino di utenza ritenuto essenziale sotto il profilo editoriale e commerciale (su Milano ha acquisito la frequenza 89,8 MHz, di Radio Cuore, recentemente rilevata da Radio Sport Network, mentre l’illuminazione sarà garantita anche sulle importanti piazze di Varese, Como, Lodi, Lecco, Biella, Vercelli, Novara, Pavia, Asti e Torino). Torneremo certamente sull’argomento, data l’importanza della movimentazione.

printfriendly pdf button - Fm revolution: nuovi assetti radioelettrici a Milano (e non solo)