Giocavano con le frequenze: undici radioamatori nei guai in Liguria

«Diciamo attenzione a chi si diverte a interferire nelle comunicazioni. Soltanto per l’ipotesi associativa si rischia una pena da tre a sette anni, mentre per l’interruzione e ricognizione delle comunicazioni, si va da uno a cinque anni».

Lo ha riferito il dirigente della polizia postale di Imperia, ispettore capo Ivan Bracco, commentando l’operazione che ha portato all’arresto di un radioamatore pirata ed alla denuncia di suoi dieci colleghi che interferivano con le comunicazioni di polizia, protezione civile e altri enti pubblici per semplice divertimento. Sono stati tutti individuati grazie alla collaborazione dell’Ispettorato territoriale della Liguria del Ministero dello Sviluppo Economico, dipartimento Comunicazioni e denunciati per associazione a delinquere finalizzata all’installazione e utilizzo di apparati ricetrasmittenti che utilizzano frequenze riservate a enti pubblici e ponti radio privati. «La tracciatura – ha spiegato Ivan Bracco – è avvenuta con i mezzi del ministero, grazie ai quali siamo riusciti a individuare da quali tetti partivano le comunicazioni. E così, casa per casa, siamo riusciti a individuare tutte le persone coinvolte, tra i quali figuravano anche radioamatori regolarmente patentati». Gli agenti si sono spostati con mezzi mobili montati sui furgoni: «un pò come accadeva durante la seconda guerra mondiale – ha detto ancora Bracco – con gli inglesi, quando andavano a individuare le postazioni radiotelefoniche nemiche». Dalla polizia postale di Imperia avvertono che i controlli continueranno e non si esclude che possano finire nella rete nuovo "pirati". (fonte Il Secolo XIX)
 
 

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Giocavano con le frequenze: undici radioamatori nei guai in Liguria

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL