Giornalisti. Tribunale di Enna: segreto professionale valido anche per i pubblicisti

Erano imputati di favoreggiamento, per non aver rivelato l’identità della “fonte confidenziale” che fornì a entrambi delle notizie, ritenute riservate, sulle indagini in corso per l’omicidio di Carmelo Governale, ambulante di Piazza Armerina, ucciso il 20 ottobre 2007.

Il Tribunale di Enna ha assolto con formula piena i giornalisti Josè Trovato e Giulia Martorana. La sentenza, emessa il 15 marzo scorso dal giudice di Enna Giovanni Milano, ha accolto pienamente le tesi difensive, sostenute dagli avvocati Salvatore Timpanaro e Alberto Sbacchi, per Trovato, e Gianfranco D’Alessandro per Martorana. Per entrambi, in udienza, il Pm aveva chiesto 4 mesi di reclusione. Quando i carabinieri e il sostituto procuratore Marcello Cozzolino li avevano interrogati, ai due giornalisti – che avevano fornito notizie di interesse pubblico, tra cui l’identificazione dei resti della vittima – non era stato riconosciuto il diritto di avvalersi del “segreto professionale”, in quanto giornalisti pubblicisti e non professionisti; benché avessero entrambi espresso agli inquirenti la propria ferma intenzione di mantenere riservata l’identità della propria fonte confidenziale (Trovato, in una memoria difensiva, scrisse che per lui, la riservatezza delle fonti, era una “questione d’onore”). Nonostante questo, la Procura tirò dritto e emise per entrambi un decreto di citazione a giudizio. Adesso il processo si chiude con l’assoluzione piena. “Con viva soddisfazione prendiamo atto dell’assoluzione con la formula più piena “perché il fatto non sussiste”. Il giornalista – scrive l’avvocato Salvatore Timpanaro – non ha, quindi, commesso alcun favoreggiamento personale né ha pubblicato atti giudiziari coperti dal segreto. Il processo ha trovato la sua origine nell’arcaicità della nostra legislazione penale che riconosce la tutela della riservatezza delle fonti giornalistiche esclusivamente ai giornalisti professionisti e non anche ai pubblicisti. La differenza di disciplina è affatto irragionevole e sul punto abbiamo sollevato una questione di legittimità costituzionale”. Josè Trovato, che nel frattempo si è iscritto nell’elenco dei giornalisti professionisti, esprime gioia per la sentenza, ma sottolinea: “Per un tema delicato come il segreto professionale è assurdo che la legge non ritenga eguali giornalisti pubblicisti e professionisti. La legislazione italiana deve adeguarsi alla normativa europea e al buon senso, e cancellare la parola “professionisti” dall’articolo 200 del codice di procedura penale”. (Assostampa)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Giornalisti. Tribunale di Enna: segreto professionale valido anche per i pubblicisti

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL