La morte di Cossiga: pochi lo sanno, ma era anche giornalista

Francesco Cossiga fu anche giornalista, orgoglioso della sua tessera, datata 20 ottobre 2003, ed in particolare del fatto che il documento riportasse per intero il suo nome, Francesco Maurizio Cossiga.

Un vezzo tra i tanti, ma un particolare di cui il presidente emerito si compiaceva moltissimo. A ricordarlo e’ il segretario nazionale della Federazione nazionale della stampa (Fnsi), Franco Siddi. ”Ricordo perfettamente quando venne all’inaugurazione della nostra sede a Cagliari. Fece il discorso inaugurale e noi gli riconoscemmo anche l’iscrizione come socio onorario della Stampa sarda. Lui era giornalista pubblicista dal 2 luglio 2003 e ne era orgogliosissimo. Tra le varie lauree honoris causa che gli sono state riconosciute ne ricevette una anche in giornalismo, dall’Universita’ di Sassari. Tra l’altro non fece mai mancare il suo sostegno specie sul fronte della liberta’ di stampa, in particolare in occasione del ddl Mastella sulle intercettazioni” rievoca Siddi, sardo anch’egli, sia pure cagliaritano. ”Professionalmente provengo pero’ dalla Nuova Sardegna di Sassari – precisa Siddi puntiglioso – che tra l’altro, come lo stesso Cossiga amava ricordare, ebbe la sua prima sede in uno stabile di proprieta’ della famiglia del presidente emerito”. (ASCA)
 
printfriendly pdf button - La morte di Cossiga: pochi lo sanno, ma era anche giornalista