L’accordo sul sistema previdenziale

La definizione di un nuovo sistema di età pensionabile con l’abrogazione dell’innalzamento dell’età di pensione a 60 anni dall’1 gennaio 2008 (il cosiddetto scalone)


Nuove risorse per la disciplina dei lavori usuranti che consentiranno ai lavoratori di andare in pensione con 3 anni di anticipo. Il rafforzamento dell’impianto del sistema contributivo con l’applicazione dal 2010 dei nuovi coefficienti di trasformazione definiti nel 2005. Sono questi alcuni dei punti contenuti nell’accordo siglato tra Governo e Parti sociali sul sistema previdenziali il 20 luglio scorso. Le risorse finanziarie necessarie per questi interventi sono state totalmente recuperate nella razionalizzazione del sistema previdenziale (unificazione degli enti previdenziali, eliminazione delle situazioni di privilegio, ecc.).

printfriendly pdf button - L'accordo sul sistema previdenziale
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - L'accordo sul sistema previdenziale

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO