Libri. Il marketing per lo studio legale

Aggiornato con le ultime novità della legge professionale forense, il manuale si configura come uno strumento teorico-pratico per lo studio legale che desidera ampliare la propria cerchia di clienti, posizionarsi nel mercato forense e differenziarsi dalla concorrenza.

In questi ultimi anni, come viene riportato nell’introduzione al volume, anche il settore delle libere professioni e l’ambiente forense sono stati condizionati dal concetto di marketing. Inserendosi in questo contesto, il volume si presenta strutturato in tre capitoli, l’uno consequenziale e complementare all’altro, e fornisce le linee guida per l’applicazione corretta delle leve del marketing nel contesto professionale. Nel primo capitolo, il testo – corredato di schemi e tabelle – illustra le teorie e i modelli dei principali esperti in materia per un’immediata comprensione dei concetti base del marketing, della comunicazione e della pubblicità. Il secondo capitolo costituisce una sorta di vademecum per tutte le peculiarità proprie del settore dei servizi, con particolare attenzione alle regolamentazioni, più rigorose rispetto a quelle riscontrabili nel mercato dei prodotti. L’autrice Giovanna Raffaella Stumpo, avvocato, pubblicista, esperta di discipline strumentali riporta inoltre tutte le norme relative all’esercizio della professione, quali ad esempio la legge professionale forense e le regole contenute nel Codice deontologico, per l’applicazione del marketing al settore legale. Nell’ultima sezione, il manuale supporta i concetti precedentemente esplicati con un indispensabile e completo glossario dei termini più ricorrenti nel marketing. Il testo, edito da Maggioli Editore (www.maggiolieditore.it), è disponibile alla vendita al costo di € 36,00. (V.R. per NL)
printfriendly pdf button - Libri. Il marketing per lo studio legale
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Libri. Il marketing per lo studio legale

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO