Home Varie Editoria online. Da gennaio 2018 la nuova ricerca Audiweb 2.0

Editoria online. Da gennaio 2018 la nuova ricerca Audiweb 2.0

Mercoledì 15/11/2017 è stata presentata alla stampa la nuova ricerca Audiweb 2.0. Come noto, Audiweb si occupa di realizzare e distribuire i dati relativi all’audience on line; ma da gennaio 2018 si avrà una significativa svolta nella metodologia di rilevazione, sviluppata in partnership con Nielsen.
Il nuovo sistema è caratterizzato da due importanti novità.
La prima riguarda gli SDK di Nielsen (Software Development Kit), che consistono in tag che gli editori iscritti al sistema dovranno inserire nelle proprie pagine, video e applicazioni e che restituiranno dati relativi alla fruizione da parte degli utenti nelle varie modalità di distribuzione on line dei contenuti.
La seconda innovazione concerne i Big Data: grazie a Nielsen, che ha un accordo a livello mondiale con Facebook, sarà possibile “sgrezzare” i dati ricavati dai tag attraverso l’attribuzione delle demografiche concernenti genere ed età degli utenti.Muraglia D Avanzo Bordin 300x225 - Editoria online. Da gennaio 2018 la nuova ricerca Audiweb 2.0 Si tratta di una procedura più volte criticata, ma – come riportato dal quotidiano Italia Oggi – Luca Bordin, General manager media sales & solutions di Nielsen, in risposta ha così dichiarato: “abbiamo scelto Facebook perché ci permetteva di avere una qualità molto elevata del dato, dal momento che gli utenti che si registrano sono portati a mettere dati veri su sesso ed età. Ma Nielsen comunque controlla questi dati grazie al suo panel. Inoltre Facebook, al contrario di altri provider, rappresenta in maniera abbastanza equilibrata la popolazione on line”.
Un altro elemento di rilievo, ai fini della rilevazione Audiweb 2.0, rimane il Panel, ossia il campione meterizzato. Ma, come spiegato da Filippo Davanzo – Coordinatore del comitato tecnico di Audiweb – “ora si parte dal dato censuario, che sarà colorato e arricchito dal panel”. Il procedimento partirà, quindi, dalla rilevazione censuaria sul traffico dei siti, tramite gli SDK; a questo primo passo seguirà l’intervento dei Big Data, con il contributo di Facebook; successivamente, i dati raccolti verranno calibrati attraverso il panel, al fine di correggere eventuali errori; infine, si procederà al calcolo delle metriche e, come ultimo passaggio, verrà predisposto il report.