Microsoft non ha preso Yahoo! Ma vuole sorpassare Google

La corsa dei motori di ricerca non ha tregua. Anche se la posizione vincente rimane, senza troppe preoccupazioni, quella di Google. Ma Microsoft non si arrende. E dopo aver più volte accertato la scarsa diffusione e utilizzabilità del suo motore di ricerca (Live Search), ha deciso – come rivela il NYTimes.com – di pubblicarne un altro, che possa sfidare la potenza di Google. Si chiamerà Bing – nomignolo decisamente più adatto ad un search engine – e sarà online a breve, con il chiaro intento di migliorare l’esperienza web di milioni di esploratori. Forse al pari dei creatori di WolframAlpha (il motore di ricerca al “Tungsteno”), il Ceo di Microsoft Steve Ballmer (foto) ballmer keynote - Microsoft non ha preso Yahoo! Ma vuole sorpassare Googleha spiegato che Bing mirerà ad un approccio più definito di internet. Il motore di ricerca non avrà solo lo scopo di raggiungere siti web a partire da una qualunque parola chiave, ma dovrà rispondere in modo più preciso alle richieste dell’utente. Si conoscono ancora pochi dettagli a riguardo, ma una cosa è certa: Ballmer ha definitivamente rinunciato a Yahoo! (per il quale l’anno scorso aveva offerto 46 miliardi di dollari), ma spera comunque che le due società possano trovare un accordo per combattere la supremazia di Google, che secondo molti esperti rimane ancora del tutto insormontabile. Quanto a Bing sarà un mix di contenuti. A quanto pare i risultati di ogni query (richiesta) saranno misti: scrivendo, per esempio, Steve Ballmer, appariranno pagine web, immagini, video e altro, in una pagina che quelli di Microsoft hanno battezzato “table of contents”. Sappiamo però che la sfida è molto complessa e sono molti i rivali che nonostante le premesse non hanno avuto successo. Sarà il caso di Ballmer? (Marco Menoncello per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Microsoft non ha preso Yahoo! Ma vuole sorpassare Google

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL