“More than zero”: primo festival italiano dedicato ai contenuti cross media

La convergenza tra piattaforme tradizionali e new media è al centro di questa tre giorni di incontri (27-29 marzo), workshop e concorsi dedicati agli operatori del settore.
 
“More than zero” sarà il primo Festival italiano dedicato al mondo della crossmedialità, all’incontro tra piattaforme, alla creatività di unire, fondere diverse strutture comunicative, diversi target e diverse tecnologie, al fine d’ottenere nuovi stili comunicativi, nuovi mondi d’interazione tra uomo, comunicazione e tecnologia. Si svolgerà a Milano, dal 27 al 29 marzo, presso il Palazzo Affari ai Giureconsulti, in piazza Mercanti 2 e sarà un’occasione imperdibile, la prima in Italia, per far incontrare creativi e committenti, aziende e semplici visionari. Nato da un’iniziativa dell’Associazione “More than zero”, concepita nel 2007 da Laura Tettamanzi, presidente dell’associazione, e Liliana Forina, direttore creativo, l’evento, unico in Italia, sarà occasione per incrementare la conoscenza a proposito di cross media nel nostro paese, grazie a interventi di esperti internazionali del settore e l’organizzazione di numerose iniziative ispirate alla convergenza tra mezzi di comunicazione vecchi, nuovi e nuovissimi, dagli antidiluviani televisione, cinema e radio, ai nuovi e tecnologici telefonini, rete broadband, per arrivare alle innovative soluzioni di convergenza tra i settori precedentemente indicati. La tre giorni, occasione straordinaria d’incontro tra idee innovative a livello internazionale (con la partecipazione, tra gli altri di John Denton della Bbc, il blogger giapponese Joi Ito, Derrick De Kerckhove, sociologo della cultura digitale, Mirko Pajé, direttore creativo di Mediaset), prevede una miriade di differenti iniziative, a partire da un concorso internazionale rivolto a tutti i creativi, gli autori, i centri di produzione e i progettisti di ICT interessati all’innovazione della comunicazione digitale, gli “open brief” e il “superpitching”: i progetti verranno sottoposti ai responsabili delle aziende committenti e delle realtà più innovative del panorama italiano ed internazionale. Non solo, però. All’interno del festival sarà installato l’Intel Creative Lab, un vero e proprio laboratorio creativo messo a disposizione dei visitatori, in cui essi potranno elaborare le proprie immagini personali, grazie a cinque workstation con processore Intel ad alte prestazioni e l’aiuto di cinque Creative Angels, trasformando semplici immagini in clip d’autore user generated content. Ogni sera, infine, “More than zero” prevede una rassegna visiva, “Cross Vision”, che dalle 19 alle 23 presenterà il “the best of” della produzione per web, tv digitale e telefonia mobile. La tre giorni prenderà piede grazie al Forum Net Economy di Milano, che sosterrà l’evento, promosso inoltre dal Comune di Milano, la Provincia e la Camera di Commercio. Gli sponsor sono Diesel, Telecom Italia e Intel, mentre i Media Partner sono Mediaset, Zero Edizioni, Tgcom e Rai International. Appuntamento, quindi, dal 27 al 29 marzo, dalle 9 e mezza del mattino, sino alle 23, con ingresso libero. (G.M. per NL)
printfriendly pdf button - “More than zero”: primo festival italiano dedicato ai contenuti cross media