NEWSLINET.IT: Newsletter n. 558 del 16/06/2010

newsletter newsline logo - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 558 del 16/06/2010 newsletter title - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 558 del 16/06/2010 newsletter topright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 558 del 16/06/2010
"Il notevole vantaggio di tempo a disposizione per poter effettuare i preparativi e tutte le operazioni necessarie per un ottimale passaggio al digitale terrestre nel nord Italia è stato praticamente bruciato".
 
Via libera dalla giunta regionale del Piemonte alla delibera a sostegno dell’informazione televisiva locale per lo sviluppo del digitale terrestre.
 
Secondo il Tribunale dell’Unione Europea il contributo italiano concesso per l’acquisto o la locazione di decoder digitali terrestri costituisce un aiuto di Stato e deve essere recuperato.
Oltre 50 parlamentari hanno chiesto che il presidente dell’Agcom, Corrado Calabrò, sia immediatamente sentito nelle commissioni congiunte delle comunicazioni e dell’informazione «per bloccare un processo che sta lentamente emarginando e cancellando l’emittenza televisiva regionale».
Da parte della presidenza della Camera è ”sempre stato assicurato e lo sarà anche in futuro” il corretto svolgimento dei lavori parlamentari.
 

Va bene essere contro per principio (anche quando si è al governo). Ok cercare sempre di far notizia (soprattutto quando la propria immagine è annebbiata dall’inconsistenza dei fatti).
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 558 del 16/06/2010
L’anticipazione del passaggio al digitale terrestre che ha interessato la Lombardia lo scorso 18 maggio è stata un’operazione di rilevante entità, che ha coinvolto 1.942 comuni, per un totale di 5 milioni di famiglie.
Apple iPad non garantisce affatto una buona lettura. Ma ancora una volta il marketing della mela sembra avere la meglio sulle considerazioni tecniche.
La Rai raggiungera’ il pareggio di bilancio nel 2012 ”contando solo sulle proprie forze e non andando a toccare il canone”. Lo ha spiegato il direttore generale di Viale Mazzini, Mauro Masi, nel corso di un’audizione alla Commissione di Vigilanza.
E’ il richiamo del Garante privacy ai mezzi di informazione a seguito della richiesta, rivolta ai giornalisti, dall’avvocato di Fabio De Santis perché le immagini del suo assistito, ripreso stamane in manette in occasione dell’udienza presso il Tribunale del Riesame di Firenze, non vengano mandate in onda.
Il ministero per la P.A. e l’innovazione, a seguito dell’emanazione delle nuove raccomandazioni internazionali da parte del W3C (World Web Wide Consortium) e dell’invito esteso ai 27 paesi membri da parte della C.E. di adottare tali raccomandazioni, ha aggiornato il documento che raccoglie i "Requisiti tecnici e i diversi livelli per l’accessibilità agli strumenti informatici".
On line il nuovo bollettino della Autorità garante per la concorrenza ed il mercato
Danni importanti sul lastrico del grattacielo di Viale Costituzione a Ferrara, che ospita la maggior parte degli impianti di radiodiffusione sonora per la città, unitamente a qualche diffusore televisivo.
Sembra che non ci siano possibilità: chi vuole seguire i mondiali di calcio in tv o ha Sky, che trasmette a pagamento tutte le 64 partite, o segue la Rai, che ne passa soltanto 25.
"Noi della Rai siamo particolarmente felici di dare questi Mondiali e, non sono polemico, semplicemente dico la verita’, li diamo gratis".
Il prossimo addio ai canali analogici e la contemporanea introduzione del sistema digitale trovano impreparati moltissimi cittadini, soprattutto i piu’ anziani.
Il ddl sulle intercettazioni rappresenta un pericolo per la libertà di informazione. Ne è convinto il 70% dei partecipanti al sondaggio quotidiano di Sky Tg24.
"Siamo molto vigili su ogni situazione che possa creare problemi". E’ cosi’ che un portavoce della Commissione europea ha commentato il controverso ddl sulle intercettazioni approvato ieri al Senato.
A pochi giorni dall’annuncio del lancio di una nuova versione del melafonino è stato fatto notare come il gioiellino di casa Apple pecchi di un aspetto non irrilevante. L’I4 non è infatti stato abilitato alla ricezione FM.
La nuova generazione della telefonia mobile decreta la fine del “dominio della voce” a favore della convergenza sulle reti IP a larghissima banda.
Il governo incassa la fiducia sul ddl intercettazioni con 164 sì e 25 no. Il Pd non ha partecipato alla votazione. Sarà il 9 luglio la ”giornata del silenzio per la stampa italiana con lo sciopero generale contro il ddl intercettazioni”.
Il Senato ha approvato il ddl intercettazioni sul quale il governo aveva posto la fiducia. Sono stati 164 i voti favorevoli della maggioranza (tranne l’Mpa che non ha partecipato), 25 i contrari di Idv, Api, Udc e Radicali.
Rinasce Radio Galassia, emittente di Marina di Montemarciano (Ancona) nata nel 1976 e chiusa nel 1996. Trasmetterà sui 107.3 MHz per la provincia di Macerata (frequenza che ha veicolato in passato Radio Cuore, Gammaradio e Radio Suby).
E’ vero, c’è poco da fare, in tv si può dire tutto e il contrario di tutto. Ed essere creduti.  Ieri si è svolta una conferenza stampa in cui Augusto Minzolini, direttore del Tg1, ha annunciato l’imminente restyling del telegiornale di Raiuno.
"Con l’avvento del digitale, Screen Service conquista anche Telecity grazie a soluzioni innovative per la migrazione al nuovo sistema di trasmissione".
Il governo ha posto la fiducia sul ddl intercettazioni, all’esame del Senato. Lo ha annunciato in Aula il ministro per i Rapporti con il Parlamento, Elio Vito, tra le proteste dell’opposizione. La fiducia è su un maxi-emendamento che raccoglie le ultime modifiche apportate al testo dal relatore Roberto Centaro.
Da una ricerca Demoskopea commissionata dal Co.Re.Com Liguria emergono luci e ombre del rapporto sempre più stretto tra i giovanissimi e la rete.
In nome della trasparenza che deve essere garantita agli abbonati, è stato approvato in Commissione di Vigilanza Rai un emendamento che prevede che siano resi noti, nei titoli di coda delle trasmissioni, i compensi di giornalisti e conduttori del servizio pubblico ed i costi di produzione dei programmi.
Da oggi all’11 giugno la Rai ospiterà a Torino l’Assemblea Tecnico EBU/UER, Unione Europea delle Televisioni e delle Radio Pubbliche, promossa dalle Direzioni Strategie Tecnologiche con il Centro Ricerche e Relazioni Istituzionali e Internazionali.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 558 del 16/06/2010