NEWSLINET.IT: Newsletter n. 564 del 28/07/2010

newsletter newsline logo - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 564 del 28/07/2010 newsletter title - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 564 del 28/07/2010 newsletter topright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 564 del 28/07/2010
”Una decisione ingiustificata e grave’" è quella dell’UE su Sky, secondo il viceministro allo Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni, Paolo Romani.
 
L’erogazione dei contributi ex L. 448/1998 alle emittenti televisive e radiofoniche locali potrebbe essere avviata entro la fine di agosto o al massimo nei primi giorni di settembre.
 
Anche quest’anno la Federazione Radio Televisioni (FRT) ha realizzato lo studio economico del settore televisivo locale italiano, basato su una analisi dei bilanci del 2008 delle tv locali commerciali.
Il 06/07/2010 è stato depositato in segreteria un provvedimento del 27/04/2010 del Consiglio di Stato di rilevante importanza per l’annosa questione delle interferenze provocate da impianti privati ai diffusori RAI.
“La gara la indice il ministro, noi stabiliamo le regole. Adesso vedremo come saranno i riflessi sul regolamento. Dobbiamo valutarlo in Consiglio. Non domani, ma nei giorni successivi”.
 

La realizzazione delle strutture per il digitale terrestre – che entro il 2012 coprira’ tutto il territorio della Tanzania – costera’ 200 milioni di dollari.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 564 del 28/07/2010
Alla fine il nome iniziale è tornato. Come ipotizzato nell’immediato delle dimissioni di Claudio Scajola, Paolo Romani, attuale viceministro allo Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni, potrebbe nelle prossime ore fare il grande salto e prendere le redini del dicastero affidato ancora all’interinato di Berlusconi.
Dal prossimo 3 agosto, con l’entrata in vigore del decreto attuativo del cosiddetto collegato allo sviluppo, il cittadino potrà scegliere se stipulare l’atto pubblico su carta o in modalità informatica, utilizzando la propria firma elettronica.
"A seguito della decisione dell’Agcom dello scorso 15 luglio, relativa alla numerazione dei canali sul digitale terrestre, intendiamo evidenziare le ripercussioni negative di questa decisione su Qvc, canale televisivo multinazionale specializzato nel teleshopping".
La Conferenza dei Presidenti delle Assemblee Legislative delle Regioni e della Province Autonome, ha approvato oggi, all’unanimità, l’ordine del giorno presentato dalla presidente del Consiglio regionale della Sardegna Claudia Lombardo, con il quale si propone all’Agcom il ritiro della delibera con la quale si escludono le tv locali dal DTT.
L’Autorità Garante per la Concorrenza ed il Mercato ha espresso nei giorni scorsi alcune considerazioni sulle “problematiche di carattere concorrenziale” emerse nell’applicazione delle modalità di ripartizione dei contributi statali previste  dalla L. 448/1998 e s.m.i.
Rispetto ad un 2009 privo di dividendi a causa del bilancio colpito dalla crisi economica internazionale, il 2010 sembra promettere bene per il gruppo editoriale che fa riferimento a Carlo De Benedetti.
Le notizie non sono più quelle di una volta e i quotidiani online nemmeno. L’utilizzo di internet sta crescendo e parallelamente molti lettori preferiscono la versione telematica del proprio quotidiano a quella cartacea.
On line il nuovo bollettino della Autorità garante per la concorrenza ed il mercato
Nelle scorse settimane è stato presentato alla Commissione Bilancio del Senato un emendamento del Governo alla legge 78/2010 (manovra finanziaria per il 2011), con il quale si vorrebbero introdurre nel codice di rito civile alcune modifiche tese ad orientare il contenzioso (pendente e futuro) nella direzione di una più celere definizione.
E’ entrata in vigore lo scorso 22 luglio la Deliberazione della Giunta della Regione Emilia Romagna n. 978 del 12/07/2010 (pubblicata sul B.U.R. n. 92 del 22/07/2010).
Giunto al suo settimo anno, il Premio giornalistico europeo intende premiare i giornalisti Web o della carta stampata dell’UE che tramite il loro lavoro contribuiscono a diffondere nell’opinione pubblica il valore e i vantaggi della diversità e la lotta contro la discriminazione in Europa.
Ai francesi piace fare le cose da sé. Infatti, mentre i paesi di mezza Europa hanno scelto di intraprendere vie legali con ricorsi all’Antitrust per combattere l’appropriazione indebita di contenuti da parte del gigante di Mountain View, gli editori d’Oltralpe hanno optato per una strada di coesione piuttosto patriottica e finalizzata a condurre una battaglia sostanzialmente diversa, ma con fini analoghi agli altri paesi dell’Unione.
”L’arroganza che distingue da quasi tre mesi la permanenza di Silvio Berlusconi a capo del Ministero dello sviluppo economico e della televisione ha superato ogni limite di decenza e di sfacciataggine”.
Rassicurazioni da parte dell’Agcom sono state fornite sull’applicazione del nuovo piano delle frequenze in Umbria, che ricevera’ ”13 frequenze digitali regionali garantite, piu’ che sufficienti a coprire il riposizionamento delle 10 emittenti locali umbre che vedranno moltiplicati per sei i propri canali”.
E’ stata pubblicata la Direttiva 2010/45/UE del Consiglio del 13 luglio 2010 che modifica la direttiva 2006/112/CE relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto in materia di fatturazione
L’epoca televisiva del “vedo quello che voglio, quando voglio” è definitivamente iniziata e comincia a dare i suoi frutti migliori.
Disposizioni in materia di atto pubblico informatico redatto dal notaio, a norma dell’articolo 65 della legge 18 giugno 2009, n. 69. (10G0132)
Pensavamo di aver perso per sempre i primi giorni di trasmissione di Radio Milano International (da cui discende l’attuale R 101), demandati alla memoria di coloro che avevano avuto la fortuna di ascoltare gli esordienti programmi della prima radio libera milanese.
Consultazione pubblica sullo schema di delibera di approvazione della lista degli eventi di particolare rilevanza per la società di cui è assicurata la diffusione su palinsesti in chiaro
La radio digitale fatica a scalzare quella analogica dovunque, anche in Gran Bretagna, nonostante lì le istituzioni abbiano fatto di tutto per imporre uno standard predefinito, indifferenti al fatto che altri formati più evoluti garantivano performance ormai più elevate.
La Commissione europea ha smentito le voci secondo le quali Rupert Murdoch avrebbe esercitato pressioni su Bruxelles per arrivare alla decisione che ha dato il via libera all’ingresso di Sky Italia sul mercato della tv digitale italiana.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 564 del 28/07/2010
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 564 del 28/07/2010

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL