NEWSLINET.IT: Newsletter n. 588 del 19/01/2011

newsletter newsline logo - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 588 del 19/01/2011 newsletter title - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 588 del 19/01/2011 newsletter topright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 588 del 19/01/2011
Siamo alla resa dei conti. Come da tempo andiamo scrivendo su queste pagine, chi pensava di dormire sonni tranquilli con l’avvenuta assegnazione dei diritti d’uso (temporanei, NB) per le frequenze digitali nelle aree all digital (magari compiaciuto della sventura di qualche concorrente) si sbagliava.
 
Audiradio, ultimo verdetto: sono stati resi noti i risultati del secondo semestre, ed in parallelo gli annuali 2010, relativamente alle emittenti locali iscritte all’indagine telefonica, ovvero l’ormai pluriventannale Cati.
 
Stanno arrivando in questi giorni i provvedimenti di autorizzazione per la fornitura di contenuti di programmi radiofonici numerici destinati alla diffusione in tecnica digitale su frequenze terrestre in ambito locale, rilasciati ai sensi della Del. 664/09/Cons Agcom.
Le emittenti locali sono (nuovamente) sul piede di guerra. In discussione, questa volta non ci sono solo (o almeno non solo) contributi o provvidenze, ma il divieto di veicolare contenuti nazionali su consorzi di tv locali.
Il passaggio totale al digitale terrestre avvenuto nel Nord-Italia tra la fine di novembre e l’inizio di dicembre ha gia’ portato a una prima vera rivoluzione nello scenario televisivo italiano: e’ nato un terzo polo alternativo a Rai e Mediaset.
 

Potrebbe essere ancora rinviata la gara per l’assegnazione di tre frequenze della tv digitale riservate ai nuovi entranti nel settore, tra i quali figura Sky Italia dopo il via libera ricevuto dall’Unione europea.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 588 del 19/01/2011
In attesa che il prossimo 8 marzo si riunisca il cda del Gruppo L’Espresso per approvare i conti dell’anno appena trascorso, il 2010 si chiude per Deejay tv con risultati positivi sul piano degli ascolti e una raccolta pubblicitaria in crescita del 75% rispetto alle ultime rilevazioni (2009) di All Music, l’emittente – andata in pensione, nel frattempo – di cui ha ereditato le frequenze.
Scott Berkun nell’opera “Parlare in pubblico” utilizza la propria esperienza personale come base di partenza per analizzare tutti quei comportamenti che potrebbero trasformare un brillante discorso in un insuccesso, pur se supportato da un ottimo ragionamento.
Come definire la persona che siede sul divano e guarda la tv? Verso la fine degli anni ‘90 la Garzantina di settore riportava esclusivamente il vocabolo telespettatore, distinguendo tale ruolo da quello dell’utente.
Con riferimento all’inchiesta in corso della Procura di Milano, che vede coinvolto tra gli altri il Presidente del Consiglio, il Garante per la privacy richiama l’attenzione dei media sulla necessità di valutare con scrupolo l’interesse pubblico delle singole informazioni diffuse.
I ministri Alfano e Brunetta hanno illustrato, nel corso di una conferenza stampa il 12 gennaio scorso, lo stato di avanzamento di Giustizia Digitale, il programma di digitalizzazione degli uffici e servizi giudiziari definito dal protocollo d’intesa sottoscritto il 26 novembre 2008.
La chiamavano “età dell’oro”, la nuova era digitale che avrebbe visto il proliferare dell’offerta televisiva, nazionale e locale, con ovvi vantaggi per telespettatori e nuove opportunità di business per gli editori.
Chiusa l’istruttoria per possibile abuso di posizione dominante: Google consentirà agli editori di rimuovere o selezionare i contenuti presenti su Google News Italia, renderà note agli editori le quote di ripartizione dei ricavi che determinano la remunerazione degli spazi pubblicitari, rimuoverà il divieto di rilevazione dei click da
Se ne è andato in maniera schiva, in linea col suo carattere estremamente riservato. Giuseppe Napoli, sessantacinquenne patron dell’Aldena, una delle più importanti società italiane progettatrici e produttrici di sistemi radianti e relativi accessori, era un grande.
On line il nuovo bollettino della Autorità garante per la concorrenza ed il mercato
Pubblicati dati relativi al 2° semestre Audiradio 2010 (19 giugno/17 dicembre) ed all’intero 2010.
Il lavoro di Cinzia De Stefanis e Antonio Quercia si propone di analizzare tutti gli aspetti civilistici e fiscali dei vari enti che fanno parte del c.d. Terzo Settore, ossia associazioni, fondazioni, comitati, organizzazioni, ONLUS e impresa sociale.
Lanciata l’11 gennaio 2010 la nuova area video www.video.mediaset.it, a riscosso successo tra gli utenti di internet: in un anno sono stati visti 252 milioni di video per un totale di quasi 400 milioni di pagine viste e con una media mensile di oltre 3.707.000 visitatori unici.
Dall’americana Ap alla francese Afp, le maggiori agenzie di stampa del mondo versano in una crisi senza precedenti. Come per il resto del comparto dell’informazione tradizionale, anche per questo tassello, per oltre un secolo imprescindibile per qualunque pubblicazione giornalistica, sembra essere giunto il momento dell’accantonamento.
Mediaset reagisce alla protesta delle tv locali FRT che si preparano a mettere in onda spot contro il governo. Ed espone il proprio punto di vista sulle stesse pagine che avevano ospitato l’attacco: quelle del Corriere della Sera.
La storia del progetto Radio Città 1 e 2 si innesta nel contesto socioculturale in cui si sviluppò, nella seconda metà degli anni ’70, Radio Regione Milano, alla quale abbiamo dedicato la scorsa puntata di questa rubrica.
Nico Noce, stimato professore di diritto economia e scienze delle finanze, storico della Locride e giornalista di Trs è deceduto a seguito di un incidente stradale avvenuto il 7 gennaio scorso.
“L’idea è quella di trasformare una condanna, visto che le antenne non si possono togliere, in una risorsa che porti a Valdobbiadene turisti da tutto il mondo”.
Burrasca sull’attuazione della procedura di mediazione introdotta dal D.Lgs n. 28/2010 al fine di deflazionare il carico giudiziario pendente e futuro nella materia civile.
Se il 2009 si era chiuso, per la carta stampata, con un crollo verticale del 22,4% per quanto riguarda la raccolta pubblicitaria, i primi undici mesi dell’anno appena trascorso non hanno invertito il trend ma, per lo meno, hanno fatto registrare un calo che, seppur inevitabile perché fisiologico, si è attestato su una percentuale accettabile.
In una interrogazione parlamentare a risposta immediata, svoltasi alla Camera il 12 gennaio scorso, l’onorevole Flavia Perina (FLI) ha posto al Ministro dello sviluppo economico il quesito che agita il mondo della rete dal momento in cui sono state pubblicate la delibera Agcom 607/10/CONS sulla regolamentazione della fornitura di servizi di media audiovisivi a richiesta.
Con le recenti modifiche apportate al D.L. n. 144/2005 (c.d. Decreto Pisanu), convertito nella L. 155/2005, non è più obbligatorio, da parte dei titolari o gestori di internet point, identificare e registrare gli utenti che accedono al loro servizio.
"Con riferimento alle notizie di stampa sulle indagini della Procura di Milano che coinvolgono Emilio Fede, Mediaset, pur non avendo conoscenza degli atti, ma essendo ben consapevole delle qualità morali e personali del Direttore, è convinta che lo sviluppo dell’inchiesta non potrà che chiarire la sua estraneità alle accuse".
L’emittente della Repubblica del Titano continua nel suo programma di espansione multipiattaforma. Dopo l’accordo con Eutelsat per la diffusione via satellite, San Marino RTV si associa ai bouquet più diffusi e conosciuti sul territorio italiano: Tivusat e Sky, garantendosi così un’audience potenzialmente molto ampia.
Si è tenuto ieri sera, presso il palazzo Ybl, a Budapest, un convegno promosso da Common Sense Society, organizzazione non governativa che si occupa di promuovere la cooperazione e l’impegno pubblico tra i cittadini ungheresi, grazie alla collaborazione con numerose università, imprese ed enti pubblici, e alla pianificazione di eventi e simposi su temi legati all’impegno civile.
Un piano straordinario per combattere la precarietà. Lo ha invocato nella sua relazione al Congresso della Fnsi di Bergamo il segretario Franco Siddi, invitando gli organi federali a ”sedersi al tavolo tutti insieme, con il contributo delle istituzioni, perché su questo piano si gioca il futuro della categoria e della democrazia in Italia”.
I ricavi TI Media di affitto banda digitale a Dahlia TV ammontano a circa 24 milioni. Lo dice una nota, aggiungendo che gli effetti economico-patrimoniali su TI Media relativi allo scioglimento di Dahlia TV, per cui è stato nominato un liquidatore, saranno inseriti nella proposta di Bilancio al 31 dicembre 2010 che sarà approvata dal consiglio entro febbraio.
Il bando di gara sull’assegnazione delle frequenze per la tv digitale "sara’ mandato nelle prossime settimane". E’ quanto ha detto il ministro allo Sviluppo economico Paolo Romani, che oggi a Bruxelles ha incontrato, tra gli altri, il commissario europeo alla Concorrenza, Joaquin Almunia, responsabile del dossier.
Ieri a Bergamo si sono aperti i lavori del XXVI Congresso della Federazione Nazionale della Stampa, che si protrarrà fino a venerdì e il cui fitto programma, che prevede l’intervento di numerosi giornalisti ed editori, toccherà il tema dello statuto e delle eventuali modifiche da apportarvi.
Si rincorrono sul web notizie e contributi video relativi a quello che è più comunemente definito il fenomeno “connected car”.
Nelle "prossime settimane" sara’ "mandato" alla Commissione Ue il bando di gara per i cinque multiplex per la trasmissione tv in digitale terrestre.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 588 del 19/01/2011