NEWSLINET.IT: Newsletter n. 596 del 16/03/2011

newsletter newsline logo - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 596 del 16/03/2011 newsletter title - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 596 del 16/03/2011 newsletter topright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 596 del 16/03/2011
Dalla gara sulle frequenze il governo punta a incassare 2,4 miliardi, un obiettivo rilevante, anche se la quota di retrocessione del 10%, fino ad un massimo di 240 mln di euro, è ritenuta dagli attuali occupanti le risorse (le tv locali) assolutamente inaccettabile.
 
"Quello dell’Asta della Banda 800 Mhz (canali 61-69) è senza dubbio l’argomento del momento. E il motivo è noto a tutti: dalla vendita delle frequenze il Governo spera di incassare 2,4 mld di euro, vale a dire una grossa fetta della finanziaria varata dal Ministro Giulio Tremonti".
 
Continua l’esame da parte dei giudici amministrativi delle controverse procedure di assegnazione delle frequenze e degli identificatori LCN nelle aree tecniche del nord Italia.
"Si concludera’ nel giro di qualche settimana ma dipendera’ anche dall’Europa". Il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, e’ intervenuto cosi’ sui tempi della gara ‘beauty contest’ per l’assegnazione delle frequenze del digitale terrestre, parlando a margine del convegno Ict Italia della Fondazione Bordoni.
CdA shock l’altro ieri per Audiradio. Dopo le mille vicissitudini che ne hanno caratterizzato il 2010, con il passaggio alla metodologia Diari, gli spostamenti di centinaia di migliaia di ascoltatori da alcune emittenti ad altre, la formazione di due blocchi contrapposti e inavvicinabili, la perdita di pezzi del CdA (a novembre è saltato il d.g. Varvello), il 2011 si preannuncia, se possibile, ancor più turbolento.
 

Oltre 1.300 violazioni scoperte nel rilascio dello scontrino fiscale o del titolo di ingresso, incassi fino a 5mila euro totalmente in nero, misuratori fiscali assenti, ma anche lavoratori non in regola, una pista da ballo e trenta tavoli “fantasma”.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 596 del 16/03/2011
L’Agenzia delle Entrate ha indicato i criteri da applicare per distinguere tra operazioni di factoring e di recupero credito, a cui è applicabile, caso per caso, lo specifico trattamento tributario ai fini Iva.
Presentato il 14 marzo 2011 a Palazzo Chigi dai ministri Alfano e Brunetta il piano straordinario per la digitalizzazione della giustizia.
Continua il martellamento incessante (quanto previsto) dei giudici amministrativi contro le contestatissime procedure di assegnazione dei diritti d’uso nell’area tecnica 3 da parte del Ministero dello Sviluppo Economico dipartimento Comunicazioni.
TV, Radio, web tv e una nuova divisione dedicata alla produzione di proposte editoriali di alto profilo culturale: sofisticata integrazione di diverse piattaforme di comunicazione che operano in stretta sinergia sfruttando know-how, mission e visioni condivisi.
Cercate lavoro? Provate a chiedere ai colossi di internet. Pare, infatti, che per il 2010 al centro dei nuovi piani per lo sviluppo aziendale di Google e Yahoo! vi siano anche assunzioni di massa, oltre che sviluppo dei sistemi per il geo-marketing, supporto alle pmi e sistemi per la ricerca online associata ai diversi device connessi.
La sentenza della Corte di Cassazione n. 8972, depositata il giorno 8 marzo 2011, ha escluso il reato di dichiarazione infedele e fatture soggettivamente false o inesistenti per il consulente che non fattura direttamente la parcella, ma la pone a carico di una società di persone di cui lo stesso sia socio.
Aprendo l’home page del suo sito, semplice e lineare, tutto appare normale, come in un qualsiasi portale di informazione, di una cittadina di provincia. Poi uno legge le date degli articoli e si accorge che il più recente risale al 28 febbraio.
Prende forma l’iniziativa di un’agenda digitale per l’Italia, che rappresenta un progetto condiviso tra le diverse anime del Paese per spingere economia, politica e società a calarsi uniti nel mondo digitale, con una mentalità che guarda al futuro.
Venticinque anni fa a Trieste nasceva un’emittente che avrebbe lasciato il segno tra gli operatori della radiofonia friulana e del Nord-Est in generale.
Dovrebbe crescere del 110% all’anno dal 2011 al 2014 il mercato europeo occidentale della over the top tv. E’ quanto stima il rapporto Next Generation Television realizzato da ITMedia Consulting ed in uscita il 15 marzo.
"E’ importante allocare le frequenze, ma e’ importante anche il costo perche’ la capacita’ di spesa degli operatori non e’ infinita".
“Lo ripetiamo ancora oggi dopo che altri annunci di querele e denunce sono arrivati al giornale Libero, e a 18 colleghi della testata, da parte dell’onorevole Bocchino e al quotidiano Il Fatto da parte del Presidente del Consiglio Berlusconi".
"I lavoratori di Raiway sono arrivati da tutta Italia per manifestare la contrarietà alla cessione della loro azienda. Due i presidi organizzati da Slc-Cgil, Uilcom-Uil, Ugl-Telecomunicazioni, Snater, Libersind-ConfSal, oggi di fronte al Ministero dell’Economia e al Ministero dello Sviluppo Economico, nel corso dei quali sono stati distribuiti 3000 volantini alla cittadinanza".
Il Tesoro si dice fiducioso di incassare entro il 2011 il corrispettivo della vendita delle frequenze televisive rese libere dall’avvento del digitale terrestre.
Fermo restando che tutto sarà comunque da rifare in vista dell’assegnazione delle frequenze del dividendo esterno – per le quali Agcom e MSE-Com hanno ribadito l’improrogabilità dei termini fissati (settembre 2011) – la procedura di attribuzione dei diritti d’uso alle tv locali continua ad essere sottoposta al cannoneggiamento dei giudici amministrativi.
Dopo il colloquio di mercoledì tra il Ministro della Giustizia ed il Capo dello Stato, il Governo ha ingranato la marcia della riforma della Giustizia spingendo il piede sull’acceleratore.
L’ultima bozza del Decreto ministeriale di modifica del Piano nazionale di ripartizione delle frequenze (PNRF) sta facendo discutere tutti i soggetti interessati alla nuova allocazione dei servizi.
"Un monopolio è una cosa orrenda, finché non ne possiedi uno". C’è tutta l’essenza umana e professionale di Keith Rupert Murdoch, che domani compie 80 anni, in questa sua celebre battuta, ironica ma non troppo.
“Nessuna legge che imponga il silenzio alle notizie è, e sarà mai, una riforma. E’ un’idea insana che il Governo farà bene a riporre prima che sia comunque inondato, ora e nel tempo, da una marea di notizie che, avendo rilievo pubblico e risultando di pubblico interesse, comunque i giornalisti faranno arrivare ai cittadini".
Ore di terrore per tre giornalisti della Bbc finiti nelle mani delle truppe di Muammar Gheddafi mentre, lunedì scorso, stavano cercando di andare a Zawiya e che sono stati trattenuti, picchiati e torturati, prima di essere rilasciati 21 ore dopo.
Le frequenze del ministero della Difesa non sono sparite dall’asta per il digitale. Lo ha affermato il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, a margine di un convegno sull’Ict.
Confermando la tendenza evidenziata dai dati del primo semestre, i conti 2010 del gruppo editoriale di Carlo De Benedetti sono in netta ripresa, con un utile netto di 50,1 milioni di euro contro i 5,8 dell’anno precedente.
Cade per RTI il divieto di avvalersi di Publitalia per la raccolta pubblicitaria per le trasmissioni in tecnica digitale terrestre diverse dal simulcast.
Ci vorra’ ancora tempo in Emilia Romagna per risolvere i problemi tecnici legati alla ricezione del digitale terrestre: pesanti difficolta’ vengono infatti segnalate in diverse parti del territorio regionale.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 596 del 16/03/2011