NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011

newsletter newsline logo - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011 newsletter title - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011 newsletter topright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011
Come già anticipato su queste pagine, l’istituto GFK Eurisko ha lanciato RadioMonitor, una nuova ricerca sull’ascolto della radio in Italia.
dc banner ita nl 756x56 0 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011
ottofm - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011
banner elite 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011
SIT 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011
 
«Allo scopo di contribuire all’obiettivo del pareggio di bilancio entro la fine dell’anno 2013, il sistema di contribuzione diretta di cui alla legge 7 agosto 1990, n. 250, cessa alla data del 31 dicembre 2014, con riferimento alla gestione 2013».
 
Il Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento per le Comunicazioni – ha pubblicato il 02/12/2011 la graduatoria definitiva per l’assegnazione delle frequenze in tecnica digitale terrestre alle emittenti televisive locali della regione Marche.
Si è svolto a Roma, nella sala Manzoni, il primo dicembre, il seminario dal titolo “Larga banda mobile: le aste per l’assegnazione delle frequenze LTE in Europa e lo sviluppo delle reti”.
Sky Italia si chiama fuori dalla gara per le frequenze del digitale terrestre, il cosiddetto beauty contest, causa di una lunga querelle con il passato governo e di polemiche infinite tra le forze politiche.
 

SIT1 0 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011
bann superstreaming 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011
Radio Mondo ok - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011
"Questa manovra e’ durissima, lo dicono per primi quelli che l’hanno decisa. Pero’, ci fanno sapere, bisogna approvarla per forza perche’ non c’e’ alternativa. Se si intende che al risanamento dei conti pubblici non c’e’ alternativa noi siamo d’accordo".
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011
”Nessun ostacolo giuridico impedisce al governo di azzerare il beauty contest con il quale frequenze Tv di valore miliardario verrebbero regalate ai soliti noti”.
Slc Cgil denuncia "il grave comportamento dei vertici Sipra che continua a svendere la pubblicità per il gruppo Rai". Ultimo caso eclatante è lo show di Fiorello.
"Contabilità semplificata" di Salvatore Giordano, commerciale ed esperto di diritto societario e tributario, prende in esame le imprese più piccole che adottano sistemi di contabilizzazione semplificati.
"Mi aspettavo che arrivasse un risultato prima". E’ questo il pensiero, esposto all’agenzia Radiocor, di Francesco Di Stefano, editore di Europa 7, che parteciperà (attraverso Europa Way) al beauty contest per l’assegnazione delle frequenze del dividendo interno.
"Considero uno scandalo che Rai e Mediaset non abbiano pagato le frequenze che hanno avuto gratuitamente dallo Stato". L’ex segretario del Pd, Walter Veltroni, a margine della presentazione di un libro di Michele Salvati a Milano commentando la manovra ritiene che dovesse contenere anche un capitolo riguardante il pagamento delle nuove frequenze attribuite a Rai e Mediaset.
Il Garante privacy ha aperto un’istruttoria a seguito della notizia riportata dalla stampa di un software, scoperto da un programmatore americano, che traccerebbe milioni di telefonini e persino i messaggi di testo ricevuti dagli utenti.
Nel numero di dicembre di "Giustizia – Il periodico dell’élite del diritto" edito in collaborazione con "Il Giornale", Renata Gualtieri ha intervistato il Direttore Generale della Siae Gaetano Blandini e il Capo Divisione Affari Legali Maurizio Mandel sui temi del diritto d’autore e della tutela delle opere.
La RSU della Direzione Produzione di Roma (CGIL – CISL – UIL – UGL – LIBERSIND) e la Segreteria Regionale dello SNATER ha proclamato lo Stato di Agitazione della Direzione produzione di Roma e ha convocato per il giorno 7 dicembre 2011 un’assemblea/Sit-In davanti ai cancelli di Saxa Rubra per respingere con forza il piano di dismissione approntato dal C.d.A. RAI.
On line il nuovo bollettino della Autorità garante per la concorrenza ed il mercato
Se nel delicato campo dell’elusione fiscale, finora, il contribuente poteva pensare di poter contare sulla necessità che l’Amministrazione finanziaria dimostrasse la prevalenza dei presupposti dell’indebito risparmio d’imposta conseguito attraverso complesse operazioni negoziali, tale soglia sembra che sia in procinto di essere definitivamente superata.
”Nelle prossime ore il Governo si appresta ad incontrare forze politiche, parti sociali ed enti locali per condividere le misure di rigore e di crescita che coinvolgeranno milioni di italiani".
”Il Governo Monti mandi un chiaro segnale di discontinuita’ dal precedente esecutivo e riveda i criteri di assegnazione delle frequenze digitali, assegnandole con asta pubblica e non gratuitamente.
Antenna 5, Antenna 3 e Linea 1, tv che figuravano oltre la posizione utile n. 18 nella graduatoria per l’assegnazione delle frequenze DTT, sono state promosse al ruolo di operatore di rete.
Tra le televisioni del passato, nel variegato panorama mediatico italiano, va registrata una tv fatta e gestita eslcusivamente da un gruppo di ragazzi tra i dieci e i venti anni.
”In un momento in cui si chiedono salti mortali ai cittadini con misure che incidono sulla proprieta’ immobiliare e sulle pensioni sarebbe opportuno ripensare l’assegnazione delle frequenze digitali televisive evitando di regalarle agli attuali soggetti che sono stati protagonisti in questi anni del duopolio televisivo”.
‘Qui Radio Londra’, il programma di Giuliano Ferrara in onda su Rai1 nella pregiata fascia tra il Tg1 e l’access prime time, si avvia verso la chiusura.
Confindustria, Confartigianato, Cna, Casartigiani, Claai, Adiconsum, Adoc, Associazione consumatori utenti, Cittadinanza attiva, Federconsumatori, Movimento difesa del cittadino: sono le associazioni che hanno sottoscritto un protocollo con la Regione Marche in vista dello switch off.
Un social network dopo l’altro: dopo il successo italiano di Facebook, sembra sia arrivato il momento di Twitter: il recente esordio in rete del neoministro degli Esteri Terzi è solo la punta dell’iceberg del nuovo fenomeno, che ha coinvolto recentemente due grandi categorie di persone già protagoniste dell’arena dei media tradizionali: politici e giornalisti.
Con risoluzione l’Agenzia delle Entrate ha precisato che i proventi conseguiti dagli organismi di mediazione istituiti dai consigli degli ordini degli avvocati, sia che costituiscano dipartimenti degli stessi consigli, sia che si configurino come enti autonomi, sono sempre fiscalmente rilevanti ai fini Iva e Ires.
Sulla Gazzetta Ufficiale n. 275 del 25/11/2011 è stato pubblicato il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che prevede, fra l’altro, il differimento del versamento di 17 punti percentuali dell’acconto Irpef dovuto per il periodo d’imposta 2011.
Sono oltre 2 milioni e 300.000 i domini Internet con il marchio ‘.it’ registrati ad oggi. E’ questo uno dei dati divulgato al meeting annuale del Registro.it, l’anagrafe dei domini a targa nazionale che ha il suo quartier generale all’Istituto di informatica e telematica (Iit) del Cnr di Pisa.
"Oggi che con la crisi si raschia il barile, viene più di un dubbio pensando che stiamo dando gratuitamente le frequenze, anche se questo avviene in tutta Europa. Comunque, è troppo tardi per tornare indietro anche perché il bando è ben avviato e poi l’Italia rischierebbe un’altra infrazione da parte dell’Ue”.
Luca Montrone, presidente dell’associazione di emittenti locali Alpi e del Gruppo Telenorba, suggerisce al Governo, e in particolare al nuovo sottosegretario alla Comunicazione Paolo Peluffo, di togliere il tetto di raccolta pubblicitaria imposto alla Rai e di mettere all’asta le nuove quattro reti digitali.
«È azzardato parlare di crisi del Tg1», sottolinea Minzolini, puntando il dito contro un traino meno brillante del passato, «l’ulteriore affollamento» della fascia 20-20.30 con l’arrivo su Rai3 del programma di Lucia Annunziata e le voci sul futuro della testata che finiscono per «destabilizzarla».
Il Ministero dello Sviluppo Economico, delle Infrastrutture e dei Trasporti – Dipartimento per le Comunicazioni – ha pubblicato oggi la graduatoria di cui al bando per l’attribuzione della numerazione automatica dei canali per la televisione digitale terrestre, relativamente alla regione Marche, area tecnica da digitalizzare nel corso dell’anno 2011.
Il Ministero dello Sviluppo Economico, delle Infrastrutture e dei Trasporti – Dipartimento per le Comunicazioni – ha pubblicato oggi la graduatoria provvisoria di cui al bando per l’assegnazione delle frequenze in tecnica digitale terrestre alle emittenti televisive locali della regione Marche.
L’ex ministro dell’Agricoltura Calogero Mannino non riceverà alcun risarcimento per danni da diffamazione in quanto non hanno alcun contenuto lesivo della sua reputazione alcuni passaggi del libro «Lo spreco» scritto di Gian Antonio Stella e pubblicato da Baldini Castoldi Dalai Editore.
L’HVE9100S sarà l’encoder principale per tutti i prossimi grandi eventi, compresi i Giochi Olimpici di Londra. "NTT Electronics è lieta di annunciare che l’Unione Europea di Radiodiffusione (UER) ha scelto l’encoder video HVE9100S per la migrazione al formato AVC/H.264 della propria rete di contributi video", annuncia la società.
”La procedura del beauty contest, non ci ha mai convinto e oggi scricchiola rumorosamente. E’ grave che si tiri fuori dalla gara per l’assegnazione delle frequenze il principale concorrente di Rai e Mediaset".
”Con la decisione di Sky Italia di ritirarsi dal beauty contest per l’affidamento delle frequenze del digitale terrestre, probabilmente condizionata dal contesto regolatorio che riservava a Mediaset e Rai le frequenze piu’ appetibili, l’Italia perde un importante investitore internazionale in un settore strategico”.
Il settore alla prova della sfida digitale. La crisi morde però meno che in altre regioni. La comunicazione si diffonde e si sposta verso internet, ma i fatturati complessivamente calano.
Il passaggio al digitale terrestre nelle Marche prendera’ il via il 5 dicembre e ”se anche una sola emittente locale sara’ oscurata”, il presidente dell’Assemblea legislativa Vittoriano Solazzi e’ pronto a mettersi ”alla testa di un’azione legale per la richiesta di risarcimento danni”.
”Massimo sostegno della Giunta regionale per la compilazione delle richieste di autorizzazione necessarie e, soprattutto, la disponibilita’ di un cofinanziamento per le spese di installazione della tecnologia necessaria alla copertura di tutto il territorio regionale”.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 634 del 07/12/2011