NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012

newsletter newsline logo - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012 newsletter title - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012 newsletter topright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012
Il Ministero dello Sviluppo Economico – Dipartimento Comunicazioni ha pubblicato ieri le richieste di informazioni e chiarimenti ai sensi dell’art. 4, comma 5 del bando 23/01/2012 pubblicato in Gazzetta Ufficiale, 5^ serie speciali, contratti pubblici n. 50 in data 29/02/2012.
sit blue logo 756x56 0 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012
banner tecnomedia 247x56  1 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012
banner elite 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012
SIT 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012
 
Disposizioni di attuazione della disciplina in materia di comunicazione politica e di parità di accesso ai mezzi di informazione relative alle campagne per l’elezione diretta dei sindaci e dei consigli comunali, nonché per le elezioni dei consigli circoscrizionali fissate per i giorni 6 e 7 maggio 2012.
 
Anche Bruxelles perde la pazienza per il passo da lumaca del governo italiano sull’assegnazione delle frequenze televisive digitali.
Il Ministero dello Sviluppo Economico – Comunicazioni ha adottato i bandi per l’assegnazione delle frequenze in tecnica digitale terrestre e degli identificatori LCN alle emittenti televisive locali delle Regioni Puglia e Basilicata.
Sta per partire la sperimentazione dei gestori di telefonia che si sono aggiudicati le frequenze della banda degli 800 MHz all’asta che ha fruttato quasi 4 mld alle casse dello Stato.
 

SIT 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012
bann superstreaming 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012
Radio Mondo ok - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012
“Per gli operatori televisivi lucani entra nel vivo la fase di preparazione al sistema trasmissivo del digitale terrestre”. Lo afferma il componente del Corecom di Basilicata delegato al Digitale Terrestre, Massimo Carcuro, dando notizia di due adempimenti a cui sono chiamati gli operatori stessi per l’assegnazione delle frequenze e la numerazione automatica.
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012
Fino allo scoppio della crisi, la Grecia era – anche per i giornalisti – un piccolo bengodi. In un paese di 11 milioni di persone si contavano 11 canali televisivi nazionali e oltre 100 locali, 71 stazioni radio nazionali e oltre 300 regionali, oltre 22 quotidiani nazionali (di cui ben otto sportivi, un record mondiale) e un numero incalcolabile di periodici.
Nei primi tre mesi del 2012 Mondadori stima una flessione nella raccolta pubblicitaria di circa il 15% rispetto al primo trimestre 2011.
Alla Procura di Udine vengono recapitate in media due-tre denunce a settimana di giovani perseguitati da amici conosciuti su Facebook.
Utile superiore ai 200 milioni ma in netto calo rispetto ai 352 del 2010, fatturato di qualcosa sotto i 4.292 milioni del 2010, dividendo presente ma inferiore rispetto ai 0,35 euro dell’esercizio.
Trascorso un anno dallo switch-off, la Lombardia presenta un’offerta digitale superiore alla media nazionale e si e’ sviluppato un forte modello multicanale che interessa il mondo dell’emittenza locale.
 
On line il nuovo bollettino della Autorità garante per la concorrenza ed il mercato
Ieri mattina sono stati assegnati, a Viareggio, i premi del concorso Cronista 2012 Piero Passetti. Le nomine di Antonio Sanfrancesco, di Famigliacristiana.it e di Marco Tarquinio, direttore di Avvenire sono all’evidenza le risposte che la giuria del Premio ha voluto dare all’attacco di Adriano Celentano contro le due testate di ispirazione cattolica.
Agli atti pubblici, scritture private non autenticate e atti giudiziari registrati negli uffici dell’Agenzia delle Entrate non si applicano i tributi speciali.
Ei Towers ha chiuso il 2011 con una perdita di 11,5 mln euro (-1,7 mln nel 2010), risultato influenzato in gran parte della perdita relativa alle attivita’ di dismissione (8,6 mln) conseguenti alla cessione nell’ambito dell’operazione di fusione.
Prima tv di Tarak Ben Ammar scrive al ministero dello Sviluppo economico chiedendo al Governo di procedere con il beauty contest, l’asta per le frequenze della tv digitale, in cui l’operatore di rete del finanziere franco-tunisino figura come uno dei soggetti ammessi alla gara.
Che l’era dello streaming stia succedendo a quella del download pare ormai una certezza, sia nel campo del video che della musica.
Dopo il condono per le liti pendenti è ora la volta di un ulteriore istituto deflattivo del contenzioso tributario, previsto dalla Legge di Stabilità approvata la scorsa estate (D.L. n. 98/2011, convertito con modificazioni dalla L. n. 111/2011).
”Le nomine Rai non c’entrano con la questione delle frequenze. Chi parla di scambi e intreccia i due temi fa un esercizio inutile e provocatorio. Sulle frequenze chi dovra’ decidere decidera’, sulla Rai si applica la legge”.
Una specie di Grande Fratello virtuale è il ruolo che, alla luce delle recenti riforme in materia tributaria e di lotta all’evasione, sta mano a mano assumendo lo Stato nei confronti dei contribuenti.
Studi condotti dall’operatore finanziario portano a pensare che lo Stato potrebbe arrivare ad incassare fino a 1 miliardo di euro da un’asta per l’assegnazione del dividendo interno (6 frequenze nazionali) allargata ai player extra tv.
L’Associazione Stampa dell’Emilia-Romagna (ASER) esprime soddisfazione per la sentenza del Tribunale di Reggio Emilia che ha rigettato, perché infondata, la causa intentata dalla fondazione bancaria reggiana “Manodori” contro l’emittente Telereggio.
Secondo una recente ricerca Nielsen, l’azienda leader mondiale nelle misurazioni e analisi relative ad acquisti e consumi, a utilizzo e modalità di esposizione ai media, i possessori di smartphone e tablet in Italia, Germania e Regno Unito sono più propensi degli americani ad acquistare online tramite il proprio PC dopo aver visto una pubblicità sul proprio device mobile.
Sempre più ragazzi, sempre più tv e a breve un passo anche verso l’Est Europa. Così il colosso editoriale DeAgostini, conosciuto dalle generazioni precedenti per le sue collane di libri per ragazzi, si adatta ai nuovi mercati.
Fra dieci anni gli over 50 rappresenteranno il 44,64% della popolazione italiana e ben il 46,90% della popolazione femminile. I giovani anziani (50-64 anni) rappresenteranno il 21,28% della popolazione complessiva mentre gli anziani over 65 rappresenteranno il 22,81%.
In molte aziende si dedicano tempo e risorse alla creazione di prodotti o servizi, ma non altrettanto alla formazione del loro prezzo: si ricaricano i costi oppure ci si adegua a ciò che fa la concorrenza.
Per l’accusa, M.B.B. avrebbe truffato lo Stato, percependo indebitamente contributi per l’editoria, complessivamente 5 milioni 376.591,31 euro incassati nel 2006 e 2007 con ingiusto profitto dalla cooperativa Nuova Informazione, che editava il quotidiano La Cronaca di Cremona (la cui pubblicazione è stata sospesa), e 416.716,61 euro incassati dalla cooperativa Servizi editoriali padani (Sep).
Nel 2011 l’Autorità Garante per la protezione dei dati personali ha contestato 358 violazioni amministrative: una parte consistente ha riguardato le attività promozionali indesiderate, l’attivazione di servizi non richiesti e le strutture sanitarie pubbliche e private.
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 649 del 21/03/2012