NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012

newsletter newsline logo - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012 newsletter title - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012 newsletter topright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012
Il TAR Lazio, a seguito di ricorsi di alcune tv locali, con tre diversi provvedimenti cautelari monocratici, ha sospeso il decreto 23/01/2012 del MSE, di concerto con il MEF, avente ad oggetto l’attribuzione delle misure compensative finalizzate al volontario rilascio di porzioni di spettro funzionali alla liberazione delle frequenze nella banda 790-862 MHz (canali 61-69).
sit blue logo 756x56 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012
banner tecnomedia 247x56  1 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012
banner elite 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012
SIT 1 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012
 
Mentre Mediaset arranca e la Rai è in preda alle solite polemiche politiche, Sky fa registrare risultati positivi e pensa al futuro con moderata fiducia.
 
La formula e’ stata trovata: le frequenze del beauty contest saranno assegnate con un’asta competetiva ma sara’ un’asta “low cost”. La soluzione, scrive Affari & Finanza di Repubblica, e’ pronta ma nel frattempo lo scenario e’ cambiato e la stessa Mediaset potrebbe avere meno necessita’ di nuovi mux.
Con riferimento a quanto emerso su alcuni organi di stampa la Rai precisa che ”il bilancio approvato all’unanimita’ dal Consiglio di Amministrazione e redatto in continuita’ presenta un risultato positivo di oltre 4 milioni di euro dopo 5 esercizi chiusi in perdita”.
La prima azienda televisiva privata d’Italia, una delle più importanti d’Europa, si dimentica di rinnovare la sottoscrizione del proprio dominio internet, che così passa ad un anonimo sito di e-commerce di materiale informatico.
 

SIT1 0 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012
bann superstreaming 3 - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012
Radio Mondo ok - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012
 
On line il nuovo bollettino della Autorità garante per la concorrenza ed il mercato
  newsletter bottomright - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012
Il sito www.italia-programmi.net è stato sequestrato per essere oscurato su richiesta della Procura di Milano che indaga per truffa. Il Gip Cristina Di Censo ha disposto il sequestro preventivo del sito ordinando a tutti i provider italiani di oscurarlo.
“Le frequenze sono un bene pubblico pregiato e non infinito”. Lo sottolinea in una nota il senatore del PD Vincenzo Vita, secondo il quale “chi ne fa uso, è giusto che corrisponda allo Stato un compenso adeguato. Ed è augurabile che il ministro Passera sciolga a breve ogni riserva a riguardo”.
Il decreto di omologa del concordato preventivo, emesso da un tribunale fallimentare deve essere assoggettato a imposta di registro in misura fissa.
Con circolare il Dipartimento delle Finanze ha fornito chiarimenti sulle disposizioni del decreto del Ministro dell’economia e delle finanze del 27 dicembre 2011, che ha stabilito la revisione e l’aggiornamento della misura del diritto di copia degli atti del processo tributario.
Sul supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 24 marzo 2012 è stato pubblicato il testo del Decreto Legge 24 gennaio 2012, n. 1, c.d. Decreto liberalizzazioni, coordinato con la legge di conversione 24 marzo 2012, n. 27, recante “Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività”.
Se in sede di accertamento induttivo spetta all’Agenzia delle Entrate dimostrare l’inesistenza di operazioni commerciali, nel caso di importi portati da fatture mancanti dei requisiti di legge è il contribuente a doversi adoperare per evitare la rettifica tributaria.
"E’ allarme rosso per l’editoria e per il lavoro". L’ha detto Franco Siddi, segretario nazionale Fnsi (Federazione nazionale stampa italiana) questa mattina intervenendo a Cagliari all’assemblea degli iscritti dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna.
Il ministro dello Sviluppo, Corrado Passera, conferma che la cessione delle frequenze televisive non sarà gratuita. "Non credo che sia una cosa buona cedere gratuitamente le frequenze".
Giovanni Toti, è il nuovo direttore del Tg4. Il successore di Emilio Fede, che ha lasciato Mediaset “dopo – così scrive l’azienda – una trattativa per la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro non approdata a buon fine” è nato a Viareggio, il 7 settembre del 1968 ed è giornalista professionista dall’ottobre del 1999.
Pubblicò su un sito internet la notizia che la As Roma era stata venduta al gruppo Fioranelli-Flick; ci furono sbalzi in borsa del titolo della società, la notizia fu smentita e scattò per lui una multa di 100mila euro dalla Consob.
L’Associazione di emittenti locali Alpi ritiene “riduttiva e al ribasso se non addirittura controproducente” la richiesta di ulteriori due Mux per le tv locali avanzata dal presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna, referente per la Comunicazione della Conferenza delle Assemblee regionali.
È divorzio tra Mediaset ed Emilio Fede. Dopo una lunga trattativa, i guai giudiziari iniziati con il caso Ruby e le indiscrezioni su un imminente addio divenute sempre più insistenti nelle ultime settimane, l’azienda in serata rompe gli indugi e gli dà il benservito: fallito il tentativo di arrivare a una «risoluzione consensuale del rapporto», spiega Cologno Monzese, Fede «lascia l’azienda».
printfriendly pdf button - NEWSLINET.IT: Newsletter n. 651 del 04/04/2012