Niente P.IVA in home page? Multato

Come preannunciato sono scattati i controlli dell’Agenzia delle Entrate, che ha iniziato a irrogare sanzioni per l’assenza di quei numerini magici nella home page dei siti delle imprese. Ecco una delle multe


da Punto Informatico

Roma – Sono in molti ad aver scritto a Punto Informatico in questi mesi chiedendo lumi sull’applicazione di quanto previsto dal DPR 633/72, ovvero l’obbligo di pubblicazione in home page della partita IVA. Non c’è molto da dire se non che, come previsto da tempo, l’Agenzia delle Entrate ha effettivamente iniziato a irrogare multe da centinaia di euro ai siti inadempienti.
Nella comunicazione della sanzione, riportata qui in basso, si legge che l’obbligo è in vigore dal dicembre 2001 e si fa riferimento alla Risoluzione della stessa Agenzia, la 60 del maggio 2006, in cui si afferma:
Il numero di Partita Iva, attribuito dagli Uffici dell’Agenzia a quanti intraprendono l’esercizio di impresa, arte o professione nel territorio dello Stato, deve essere indicato nella home-page del sito web anche nel caso in cui il sito venga utilizzato per scopi meramente propagandistici e pubblicitari, senza il compimento di attività di commercio elettronico. Per quanto paradossale possa sembrare un obbligo indifferibile di questo tipo a qualsiasi web designer, per quanto il numero di Partita Iva potrebbe tranquillamente trovare posto in una pagina dedicata del sito, quel numerino per le attività di “impresa, arte o professione” deve essere apposto in home-page.
In caso di omissione, la sanzione minima è di 258 euro ma può salire fino a 2.065 euro.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Niente P.IVA in home page? Multato

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL