Penale – Delitti contro l’onore – Diffamazione

Per l’esimente del diritto di cronaca può non bastare non basta la verifica della “fonte”


di Giuseppe Amato, sostituto procuratore presso il Tribunale di Roma
da Quotidiano Giuridico (www.ipsoa.it)
In tema di diffamazione commessa con il mezzo della stampa, la scriminante putativa dell’esercizio del diritto di cronaca è ipotizzabile solo qualora, pur non essendo obiettivamente vero il fatto pubblicato, il giornalista abbia assolto all’obbligo di esaminare, controllare e verificare quanto oggetto della sua narrativa: a tal fine, non basta l’affidamento riposto in buona fede sull’attendibilità della fonte, occorrendo, quando ciò è possibile, una verifica fatta attraverso l’interpello diretto della la persona che della pubblicazione risulterebbe lesa, anche per riceverne eventuali giustificazioni o spiegazioni.
(Cassazione penale Sentenza, Sez. V, 19/07/2006, n. 25003 – C.)

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Penale - Delitti contro l'onore - Diffamazione

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL