Phishing: la truffa online che passa dall’amico o conoscente che chiede aiuto

"Spero ciò ti arrivi in tempo utile, ho fatto un viaggio in Edinburgh, Regno Unito e durante il mio soggiorno i miei documenti sono stati rubati insieme al mio passaporto internazionale e la mia carta di credito che si trovava nella mia borsa".

Inizia così il nuovo subdolo tentativo di phishing via email che molti utenti di internet stanno ricevendo sotto forma di email da indirizzi conosciuti. Il messaggio continua, spiegando che "la mia banca ha bisogno di tempo per elaborare tutti i dati che mi servono per ripristinare il tutto. necessito della somma di 1,000 € per coprire le mie spese. Puoi aiutarmi a spedire i soldi via MoneyGram? Ti prometto di rimborsarti della cifra non appena torno, Per favore fammi sapere se puoi farlo per me. Posso mandarti i dettagli su come trasferire la somma. Spero di ricevere a breve la tua risposta". Ovviamente l’indirizzo di risposta è simile, ma diverso, da quello conosciuto, sicché l’ignaro amico, in caso di risposta, riceverà le coordinate per il pagamento della somma richiesta che, anziché andare a risolvere il problema del conoscente, ingrasserà le tasche dell’hacker. Ad essere presi di mira sono soprattutto gli indirizzi GMail, il provider di Google (@gmail.com). In caso di ricezione di messaggi simili è quindi assolutamente opportuno informare l’interessato affinché possa prendere le contromisure del caso. (M.L. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Phishing: la truffa online che passa dall'amico o conoscente che chiede aiuto

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL