Problematiche interferenziali nell’ambito della radiodiffusione sonora – Linee Guida giugno 2005 della D.G. del MinCom – sentenza TAR Veneto

Estratto da una circolare della struttura di competenze a più livelli Consultmedia (collegata a questo periodico)


Qui per leggere la circolare integrale in pdf

Estratto da una circolare della struttura di competenze a più livelli Consultmedia (collegata a questo periodico)- la circolare integrale può essere richiesta esclusivamente dagli assistiti Consultmedia all’indirizzo: assistenza@consultmedia.it – (…) = omissis (…)”(…) In questi giorni si è diffuso un certo allarmismo nel settore radiofonico a riguardo di un provvedimento giurisdizionale che avrebbe annullato il provvedimento della Direzione Generale del Ministero delle Comunicazioni del giugno 2005 recante “linee guida per la soluzione di problematiche interferenziali nel settore della radiodiffusione sonora”. Al fine di chiarire la suddetta circostanza si è pertanto deciso di redigere la presente circolare illustrativa. Con ricorso avanti al TAR Veneto la s.p.a. Rai Way impugnava un provvedimento dell’Ispettorato Territoriale Veneto del Ministero delle Comunicazioni con il quale era stata disposta l’archiviazione di un procedimento amministrativo per interferenze alla luce dell’applicazione delle citate linee guida. Oltre a chiedere l’annullamento della nota ministeriale di archiviazione del procedimento amministrativo di cui in precedenza, Rai Way chiedeva l’annullamento “delle “linee guida per la soluzione di problematiche interferenziali nel settore della radiodiffusione sonora” adottate in data 24.06.05 dal Direttore generale dei servizi di comunicazione elettronica e radiodiffusione e dal Direttore generale pianificazione e gestione spettro radioelettrico dello stesso Ministero”. In fatto, la questione traeva origine da interferenze lamentate da RAI ad un proprio impianto in un’area ove la medesima eserciva altro diffusore avente campo utile UIT-R. In un primo tempo l’I.T. Veneto, verificata la sussistenza delle lamentate interferenze, ordinava all’emittente privata di eliminarle, entro 20 giorni dal ricevimento dell’atto, avvisando che l’emittente avrebbe anche potuto “proporre modifiche alla funzionalità tecnico operativa dell’impianto interferente”, e che, in caso di inottemperanza, l’Ispettorato ne avrebbe disposto la disattivazione temporanea sino alla rimozione del disturbo (… segue per assistiti Consultmedia…) Nell’invitare le imprese assistite a consultare frequentemente il sito www.newslinet.it, ospitante il periodico telematico NL Newsline (collegato a Consultmedia), al fine di conseguire aggiornamenti in tempo reale in ordine ad informazioni rilevanti in materia economica, giuridica, amministrativa, fiscale e tecnica, si partecipa che questa struttura è a disposizione per qualsiasi chiarimento a riguardo di quanto sopra, evidenziando che il partner di riferimento per l’incombenza in parola è: avv. Mario Mossali – tel. 0331/452183 fax 0331/593008 e-mail studiomossali@planetmedia.it professionista cui è demandata l’assistenza per le problematiche di specie. Infine si ricorda che nell’area riservata agli utenti S.I.T. (Service Informativo Telematico) del sito www.consultmedia.it è presente la raccolta di tutte le circolari inviate dalla struttura Consultmedia da un triennio a questa parte. Per adesioni al servizio S.I.T. (erogato al costo annuale di euro 100,00 oltre IVA): redazione@planetmedia.it (rif. Marco Menoncello 0331/452183 fax 0331/593008)

Send Mail 2a1 - Problematiche interferenziali nell’ambito della radiodiffusione sonora – Linee Guida giugno 2005 della D.G. del MinCom – sentenza TAR Veneto

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL