Provvidenze & Rtv locali: protesta intensa da categoria svigorita

Vogliamo tirare le somme di questa prima settimana di protesta da parte delle radio e televisioni locali contro la decisione del governo di privarle delle cd. “provvidenze per l’editoria”?

Dopo un inizio straordinario, attraverso speciali informativi e spot martellanti che hanno shockato le forze politiche (sia quelle che hanno favorito l’approvazione del nocivo provvedimento, sia quelle che lo hanno fiaccamente osteggiato), si è avuta la sgradevole percezione di un rapido allentamento della pressione mediatica; quasi che la questione fosse da molti trattata non già come una necessità propria, ma come una campagna pubblicitaria gratuita, da concludere speditamente per lasciar spazio ad inserzionisti paganti. Poi, come sempre in questi casi, ci sono stati gli “astuti”, quelli del “protestate voi, tanto se otterrete soddisfazione ne godrò anch’io”. Per fortuna, però, la reazione è stata, ed è, tenuta alta da altre organizzazioni, più efficienti, che hanno interessi coincidenti con quelli delle radio e televisioni locali (le agenzie di informazione e di stampa, i sindacati dei giornalisti, ecc.). Complessivamente, la categoria delle emittenti locali non sta uscendo affatto bene da questa vicenda, mostrando associazioni sbadate e poco considerate dalle istituzioni e dagli adepti stessi ed imprese deboli con editori rassegnati a prendere sventole senza ribellarsi. Beninteso, non che fino ad ora le manifestazioni di dissenso non abbiano sortito effetto: il governo, già frullato dai casini subiti e prodotti, ha accusato il colpo e si dice disponibile a rivedere la propria disgraziata scelta (anche se come e quando non si sa). Ma – dicevamo – nell’insieme non è stata una prova positiva di unità ed efficienza del settore davanti ad un pericolo collettivo. Ma ciò, come noto, non è affatto una novità.
 

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Provvidenze & Rtv locali: protesta intensa da categoria svigorita

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL