Pubblicità, tv: indicatori segnalano crescita dei ricavi tra il 2 e il 4% nel 2015. Player aggressivi contribuiscono

Continuano i segnali positivi per il mercato pubblicitario televisivo nel mese di febbraio, che fanno presagire, per i prossimi mesi, una crescita dei ricavi della raccolta tra il 2 e il 4%.

Secondo il cfo di Mediaset Marco Giordani, in base alle stime positive degli analisti relativamente all’andamento delle vendite auto, al calo della disoccupazione e all’aumento della fiducia dei consumatori in Italia, il 2015 dovrebbe costituire il vero anno di svolta per il comparto. A contribuire al recupero, spiegano altri analisti, sono anche player tv particolarmente aggressivi, come il gruppo Discovery (che recentemente ha acquisito il canale 9 DTT dal Gruppo L’Espresso), oppure Sky, orientata a rafforzare in maniera massiccia la propria presenza nel digitale terrestre (dopo l’acquisizione del canale 27 da Class Tv si continua insistentemente a parlare di un interessamento per il canale 8, attualmente ospitante il marchio/palinsesto MTV). (E.G. per NL)
printfriendly pdf button - Pubblicità, tv: indicatori segnalano crescita dei ricavi tra il 2 e il 4% nel 2015. Player aggressivi contribuiscono