Questione di fiducia

Come mai una notizia così dirompente come l’approvazione di un emendamento del Governo alla Legge di stabilità 2016 che fissa risorse certe e stabili all’emittenza locale (fino a 50 mln), è passata pressoché nell’indifferenza?

Eppure si tratta di un’antichissima battaglia delle stazioni locali, partita nei primi anni ’90, che ora sembra essere stata vinta; senza però consapevolezza dei trionfatori. Non si tratta di paglia: l’emendamento statuisce per gli anni dal 2016 al 2018 le eventuali maggiori entrate versate a titolo di abbonamento alla televisione siano destinate, anche, al finanziamento del Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione. Perché allora nessun operatore esulta? Il problema è che gli editori locali sono ormai anestetizzati da qualsiasi provvedimento legislativo e regolamentare che li riguardi. D’altra parte, come dar loro torto? Voi confidereste in chi vi assegna diritti d’uso per 20 anni e ve li revoca un anno dopo; in chi rivede anche 4 volte in un mese le graduatorie di assegnazione; in chi assicura un futuro digitale su frequenze che già sa che dovranno essere rottamate tre anni dopo; in chi chiede la rinuncia ai ricorsi per assentire agli indennizzi e poi non li liquida?

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Questione di fiducia

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL