Radio. Coordinamento FM internazionale. Questa volta a rischiare è un’emittente estera. In forse lo storico e potentissimo 103,1 MHz di Radio Capodistria

Radio Capodistria

“Preoccupa l’ipotesi di eliminare la frequenza più importante di Radio Capodistria“: lo storico 103,1 MHz da Monte Nanos (Slovenia), diffuso dal 1979 in Slovenia, fino a Lubiana, nell’Istria occidentale, oltre che nel Veneto orientale e Friuli Venezia Giulia.
“Alcune iniziative della dirigenza della Radio televisione slovena ci stanno mettendo di fronte all’intenzione di togliere alla radio uno dei suoi vettori più importanti di trasmissione”, si legge in una nota dei lavoratori dell’emittente.

Chiudere il 103,1 MHz significa allontanare dalla Nazione Madre gli ascoltatori

“Togliere a Radio Capodistria la sua frequenza radio più importante equivale, in pratica, al suo spegnimento nel contesto transfrontaliero, al suo oscuramento, al suo allontanamento dalla Nazione Madre e dai suoi numerosi ascoltatori”.

A sostenerlo sono le redazioni di Radio Capodistria (emittente radiofonica regionale della Rtv Slovenija rivolta alla Comunità Nazionale Italiana presente in Istria e nelle regioni limitrofe) che, in una nota, esprimono “preoccupazione e paura per l’ipotesi, trapelata in questi giorni, di togliere all’emittente la frequenza 103.1 MHz, situata sul monte Nanos (Slovenia), che – aggiungono – ci permette di esser presenti su gran parte del territorio del Friuli Venezia Giulia e in Istria“.

Noi vittime del coordinamento internazionale

Senza entrare nel merito del contenzioso sulle frequenze radiofoniche confinarie, una situazione che sta causando difficoltà da una e dall’altra parte del confine, e auspicando che la materia venga regolata nel rispetto delle leggi e delle soggettività radiofoniche dei due paesi – conclude la nota – non possiamo che esprimere perplessità e amarezza per la facilità con cui si sarebbe disposti a sacrificare la voce di una minoranza con una palese violazione dei suoi diritti fondamentali, in un contenzioso che le è estraneo”.
Radio Capodistria – come Tele Capodistria – negli anni ’80 ebbe anche importanti iniziative di sviluppo extraterritoriali, alleandosi con emittenti private italiane, come Radio Superstar a Milano. (E.G. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Radio. Coordinamento FM internazionale. Questa volta a rischiare è un'emittente estera. In forse lo storico e potentissimo 103,1 MHz di Radio Capodistria

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL