Radio digitale. DAB-T la tecnologia non morta

C’è uno zombie che si aggira nell’etere mondiale. E’ il DAB-T, il formato letargico della radio digitale che trascina i suoi stracci qua e là sulla Terra. Uno stato catatonico confondibile con la morte tecnologica che connota una tecnica di radiodiffusione numerica colpita da periodiche funeste notizie, che contribuiscono a rinnovarne la jellattrice patente. La consueta occasione per (s)parlarne viene ora dalla Digital Radio Conference che l’amico Andrea Lawendel di Radio Passioni ricorda essere in corso a Tunisi ("Una cronaca abbastanza dettagliata degli interventi di oggi alla DRC09 è già stata pubblicata dal grande James Cridland sul suo blog", sottolinea Andrea). DAB%20Radio - Radio digitale. DAB-T la tecnologia non mortaSu RP, il giornalista esperto di cose radiofoniche spiega che "Il contributo più interessante, a detta di tutti, è stato quello del consulente inglese Grant Goddard, che ha fatto il punto sulle reali (e sottolineo reali) prospettive della radio digitale in Gran Bretagna, tra l’altro una delle nazioni leader del fenomeno e una delle poche ad aver parlato in modo esplicito di switch off della radio analogica". Continua Lawendel: "Il succo del discorso di Goddard è che a fronte della sostanziale tenuta dell’FM, degli intrinseci difetti del digitale (per esempio la scarsa qualità della ricezione indoor con il DAB), degli errori dei pianificatori (aver pensato che sarebbe bastato creare una infrastruttura con un nome modaiolo per far arrivare frotte di acquirenti, senza nemmeno pensare di proporre dei contenuti esclusivi attraverso il digitale), la bassa reattività del mercato dei ricevitori (che non hanno mai pensato di coprire il segmento per il quale il DAB era statro concepito, vale a dire l’ascolto in auto) e di imprevedibili fattori esterni (lo sviluppo di Internet mobile, lo scarso valore delle frequenze FM, assai poco appetibili in una eventuale messa all’asta)… A fronte di tutto questo il DAB, salvo un vero miracolo, ha ben poche prospettive come tecnologia di sostituzione dell’FM. Se volete, potete leggere molte di queste considerazioni nei post del blog personale di Grant a questo indirizzo".

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Radio digitale. DAB-T la tecnologia non morta

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL