Radio digitale. MISE avvia verifica bacini d’utenza autorizzazioni fornitore contenuti ex Del. Agcom 664/09/CONS

La D.G.S.C.E.R.P. del Ministero dello Sviluppo Economico sta procedendo ad una verifica sulle dichiarazioni rese dalle emittenti radiofoniche titolari di autorizzazioni a fornitore di contenuti ex Del. Agcom 664/09/CONS.

In particolare, la D.G. intende verificare la corrispondenza delle province effettivamente servite in tecnica analogica (FM) rispetto a quanto dichiarato per i bacini di utenza servibili con tecnologia digitale. L’autorizzazione ex Del. Agcom 664/09/CONS consente infatti di trasmettere programmi radiofonici numerici e programmi dati nel bacino nel quale sono comprese le province legittimamente servite in tecnica analogica, nel rispetto del limite di cui all’articolo 24, comma 3, del D. Lgs. 177/2005 (Testo Unico della Radiotelevisione). Allo scopo, viene richiesta, per ogni emittente gestita oggetto di autorizzazione per l’esercizio di attività in tecnica numerica, una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, da produrre ai sensi del D.p.R. 445/2000, dalla quale risulti l’elenco delle province servite dagli impianti (in esercizio) in tecnica analogica (con ciò intendendosi ovviamente la somma delle province di cui al campo 69 della scheda tecnica B ex D.M. 13/12/1984 del Ministero delle Poste e delle Telecomunicazioni). (M.L. per NL)
printfriendly pdf button - Radio digitale. MISE avvia verifica bacini d'utenza autorizzazioni fornitore contenuti ex Del. Agcom 664/09/CONS