Home Radio e TV Radio. OttO fm ed NBC Milano in co-branding: quando gli opposti si...

Radio. OttO fm ed NBC Milano in co-branding: quando gli opposti si attraggono e si alimentano

SHARE
lcn locali, NBC Milano, Otto FM, co-branding

La prima hybrid radio IP/DTT (nata allo scopo di sperimentare l’ibridizzazione radiofonica nell’ambito di una joint venture tra Consultmedia, Bitonlive, Beacom, 22HBG, Class Editori, Consulenza Radiofonica) e OttO fm, la storica stazione FM/IP interregionale di “Solo Musica Anni ‘80”, disponibile da poche ore sul DTT in Lombardia (LCN 627), avranno una cogestione editoriale.NBC Milano 693 audiografica 2 - Radio. OttO fm ed NBC Milano in co-branding: quando gli opposti si attraggono e si alimentanoFaremo la prima visual radio con vasi comunicanti”, scherza Patrizia Cavallin, station manager di OttO fm, che aggiunge “I due formati (oldies e Top 40) si integrano perfettamente: OttO fm è seguita dai genitori, NBC Milano dai figli…”.
NBC Milano, nata come mera test station – quindi un laboratorio tecnico per sperimentare prodotti  tecnologici come l’upgrade visual radio di Flu-O (di Bitonlive, ndr) o gli aspetti della codifica H264 (attraverso il provider partner Beacom-Sesta Rete) -, ha ottenuto un buon riscontro ed il plauso degli operatori sul layout tecnico contestualizzato in un format – il Top 40 – essenziale ed affinato in 50 anni e proprio per questo a prova di errore. Occorreva a questo punto decidere se assumere una struttura imprenditoriale o rimanere a livello di camice bianco. Dopo alcune riflessioni, abbiamo convenuto per un’evoluzione “classica” e – grazie anche alla mediazione di Consultmedia – abbiamo deciso di integrarci in OttO fm”, commenta Stefano Apicella, station manager di NBC Milano.Patrizia Cavallin intervista - Radio. OttO fm ed NBC Milano in co-branding: quando gli opposti si attraggono e si alimentanoLe due stazioni avranno reciproci richiami, determinando una rottura dello schema classico che impone che un’emittente radio non possa pubblicizzarne un’altra. NBC Milano inciterà quindi all’ascolto di OttO fm e viceversa e i travasi editoriali (in DTT in primis, ma anche su FM e IP) e commerciali saranno progressivamente sviluppati attraverso un nuovo modello che questa iniziativa tenderà a promuovere secondo un piano articolato che in futuro potrebbe diventare anche convergente su altri livelli”, aggiunge Patrizia Cavallin.

Si tratta dell’applicazione della logica del brand bouquet IP, dove un marchio principale alimenta quelli declinati su sottoprodotti tematici che, a loro volta, forniscono una spinta virtuosa a quello d’origine. In questo caso le spinte rispettive tenderanno a potenziare due marchi differenti, ma accomunati da una medesima linea imprenditoriale cogestita”, conclude Stefano Apicella.
Il progetto di co-branding partirà progressivamente nelle prossime settimane. (E.G. per NL)