Radio, Roma: misteriosa successione nelle frequenze romane: Radio Italia lascia gli storici 104,2 ed acquista i (meno performanti) 97,5 MHz

Giallo di mezza estate nella FM romana (e non solo): la rete nazionale Radio Italia lascia gli storici 104,2 MHz, sui quali era succeduta sul finire degli anni ’80 a Radio Kosmo Stereo per approdare sui decisamente meno performanti 97,5 MHz di Radio Meridiano 12 (che cessa l’attività).

 Quest’ultima emittente cattolica, gestita dai Salesiani dell’omonima chiesa di Cinecittà a Roma, era a sua volta attiva dal 1988 a seguito della fusione di tre piccole radio parrocchiali: Radio Speranza, Radio del Sacro Cuore e Radio Don Bosco (la denominazione di Meridiano 12 derivava dalla gloriosa rivista salesiana nata nel 1955 come continuazione delle famose Letture Cattoliche fondata da Don Giovanni Bosco nel 1853). L’originaria rete laziale di RISMI (oltre al diffusore di Montecompatri, quello sui 104.2 da Cori per Latina, 104.2 da Segni per l’autostrada Roma-Frosinone, 104.2 da Poggio Nibbio per Viterbo, 104.3 da Monte Paradiso per Civitavecchia, 106,9 per Gaeta e 89,9 per Rieti), modula ora i programmi di Rete Sport (gruppo Roma Radio, il cui editore, Franco Nicolanti, era l’originario titolare proprio di Kosmo Stereo), con la conseguenza che sono numerose le aree precedentemente servite dal network di musica italiana ora completamente o parzialmente oscurate. (R.R. per NL)

printfriendly pdf button - Radio, Roma: misteriosa successione nelle frequenze romane: Radio Italia lascia gli storici 104,2 ed acquista i (meno performanti) 97,5 MHz