Radio e Tv, elettrosmog: TAR Piemonte nega intervento urgente su impianti in caso di superamento limiti c.e.m.

traliccio antenne FM e tv parabole La Morra CN - Radio e Tv, elettrosmog: TAR Piemonte nega intervento urgente su impianti in caso di superamento limiti c.e.m.

Recentissima decisione del T.A.R. Piemonte che ha definito, con sentenza immediata, un contenzioso scaturito in risposta ad una serie di ordinanze emesse dal Comune di La Morra (Cuneo), a seguito di pretesi superamenti dei limiti di legge in materia di elettrosmog.
Nel merito, il comune aveva emesso una serie di ordinanze contingibili e urgenti, senza poi dare alcun riscontro alle richieste delle emittenti di verifica della situazione, costringendo alcune società titolari degli impianti coinvolti ad adire il T.A.R. Piemonte.
Curiosamente, dopo la discussione delle prime due istanze cautelari lo stesso collegio giudicante: in un caso aveva negato la sospensione richiesta e, nell’altro, aveva dato luogo ad accoglimento parziale e a termine, dato che la società istante aveva evidenziato sua sostanziale ottemperanza (attraverso abbassamento del segnale).

Un terzo soggetto ricorrente che non aveva dichiarato alcun abbassamento, ritenendo l’azione del comune di La Morra gravemente illegittima, si attivava, assistita dallo Studio Legale Barneschi, riuscendo ad ottenere il richiesto provvedimento di sospensione con il quale veniva anche richiesto al comune di La Morra relazione documentata.
Venivano svolti i conseguenti rilievi, che attestavano l’insussistenza della presupposta situazione di violazione dei limiti di legge: il comune, peraltro, non provvedeva a revocare tempestivamente la propria ordinanza urgente. Così, rilevato il comportamento ancora una volta poco incline al contraddittorio e al rispetto dei principi sul giusto procedimento del comune stesso, al T.A.R. Piemonte veniva richiesta l’emanazione di sentenza definitiva.
Istanza che il giudice piemontese accoglieva, con motivazione significativa ed innovativa: infatti il collegio giudicante non solo ha affermato l’insussistenza di violazioni dei valori prescritti dalla normativa di settore, ma, soprattutto, che, in ogni caso, la violazione dei limiti di attenzione, non costituisce pericolo imminente per i cittadini, tale da legittimare l’emissione di ordinanze urgenti a tutela della salute pubblica. (G.B. per NL)

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Per ottenere maggiori informazioni sulle categorie di cookie, sulle finalità e sulle modalità di disattivazione degli stessi clicca qui. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web, esso può archiviare o recuperare informazioni sul tuo browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie personali.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang
  • PHPSESSID

Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Send Mail 2a1 - Radio e Tv, elettrosmog: TAR Piemonte nega intervento urgente su impianti in caso di superamento limiti c.e.m.

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL