RAI, Libersind: comunicato sull’accordo tempi determinati

Firmato l’accordo per la stabilizzazione a tempo indeterminato di oltre 1.300 lavoratori precari e per l’avvio di un percorso di ulteriori stabilizzazioni per i rimanenti precari attualmente impegnati con la RAI e con le aziende del Gruppo


Riceviamo e pubblichiamo da Libersind.it

Alle ore 06,00 del 04/06/08 si è finalmente sottoscritto l’accordo tra la RAI-Direzione delle Risorse Umane e le OO.SS. SNATER, UGL, LIBERSIND, SLC, FISTEL, UILCOM per la stabilizzazione a tempo indeterminato di oltre 1.300 lavoratori precari e per l’avvio di un percorso di ulteriori stabilizzazioni per i rimanenti precari attualmente impegnati con la RAI e con le aziende del Gruppo.

L’accordo sottoscritto accoglie le richieste scritte inoltrate all’Azienda in data 22 maggio 2008 da SNATER-UGL-LIBERSIND e questa constatazione ci riempie di soddisfazione perché i tre Sindacati sono riusciti nell’intento di coniugare i diritti e le attese dei lavoratori precari con gli interessi dell’Azienda medesima.

Veniamo ad illustrare i termini dell’intesa:

a) integralmente accolta la richiesta del punto 1) della lettera contenente le ricordate proposte.
Infatti entro marzo 2009 verranno assunti a tempo indeterminato 139 lavoratori previsti dall’accordo del 2005 e spalmati, in quell’accordo, fino al 2012.
Sempre entro la citata data verranno assunti a tempo indeterminato altri 128 lavoratori che sempre nell’accordo 2005 non avevano garanzie di assunzione.

b) sostanzialmente accolta la richiesta prevista al punto 2) della lettera succitata.
Infatti tutte le lavoratrici e lavoratori inseriti nei bacini costituiti con accordo 23 aprile 2007 verranno assunti a tempo indeterminato così come verranno assunti sempre a tempo indeterminato coloro che a suo tempo non aderirono ad alcun bacino per vari motivi.
Trattasi di circa 1100 lavoratori per i quali è stata concordata garanzia scritta e sottoscritta di assunzione a tempo indeterminato con i seguenti scaglioni: entro marzo 2010, entro marzo 2011, entro marzo 2012, entro marzo 2013, entro marzo 2014 in ragione del 20% a scaglione (220 assunzioni l’anno).

c) accolta anche la richiesta prevista al punto 3 della citata lettera.
Infatti verranno inseriti nel bacino B (sola garanzia di lavoro con contratto a termine) i lavoratori che abbiano maturato i giorni di lavoro previsti dall’accordo 23 aprile 2007 per ciascun profilo professionale. Si stima che entreranno nel bacino B oltre 400 lavoratori oggi esclusi da qualsiasi garanzia. Entro il 31 marzo 2009 le parti si incontreranno nuovamente per verificare lo scorrimento dal bacino B nel bacino A per quelle risorse che abbiano maturato i 36 mesi (1095 giorni) per concordare ulteriori stabilizzazioni.

d) accolta integralmente la richiesta contenuta al punto 4 della lettera sindacale.
Particolari situazioni (assistente ai programmi/programmista-regista) verranno definite appresso.

e) l’età anagrafica per l’assunzione a tempo indeterminato è stata fissata a 58 anni (rispetto ai 54 previsti dalla legge 247) accogliendo anche in ciò la richiesta contenuta al punto 5 della lettera delle 3 OO.SS. Ricordiamo che i 58 anni sono, attualmente, l’età minima per andare in pensione.

f) le assunzioni a tempo indeterminato riguarderanno tutte le Sedi, i Centri di Produzione di Milano/Torino/Napoli e Roma, le Reti Radio e TV. Anzi nell’accordo sono previste forme di incentivazione economica od anticipo del termine previsto per l’assunzione nel caso che l’interessato manifesti disponibilità ad essere inserito in Sedi diverse da quelle di appartenenza od in profili professionali diversi. Comunque per Palermo l’accordo prevede tre assunzioni ed altre 4 assunzioni riguarderanno impiegati delle Sedi regionali.

g) Vengono previste alcune ulteriori facilitazioni per coloro che, volontariamente, chiedessero di essere assunti con contratto part-time verticale di 9 mesi l’anno per la durata di due anni.

*******

Fin qui le parti salienti dell’accordo.

Alleghiamo al comunicato il documento sindacale del 22 maggio 2008.

Informiamo tutti gli interessati che la RAI già dal giorno 4 giugno ha sbloccato il rinnovo dei contratti congelati in attesa dell’accordo.

SNATER UGL-COMUNICAZIONE LIBERSIND-CONFSAL

***

Roma, 22 maggio 2008

Alla RAI-Radiotelevisione Italiana
Direzione delle Risorse Umane
sede

Le sottoscritte Organizzazioni Sindacali del gruppo RAI, Snater-Ugl-Libersind, in relazione alle trattative con l’Azienda per individuare una positiva soluzione delle problematiche dei tempi determinati e dopo le indicazioni provenienti dagli interessati nel corso di una specifica assemblea, con il presente documento intendono esplicitare le proprie richieste in merito:

1) anticipazione al 2008 e primi mesi del 2009 delle assunzioni a tempo indeterminato già previste dai precedenti accordi di bacino e dilazionate fino al 2010 – 2012.

2) per ciascun lavoratore e lavoratrice che alla data del 1° aprile 2009 abbia maturato i 36 mesi di lavoro a termine garanzia scritta della assunzione a tempo indeterminato in Azienda.
Scaglionamento delle predette assunzioni, garantite come detto per iscritto, in un lasso di tempo breve in modo di farle aderire anche ad un consistente rientro degli appalti e delle produzioni interne.

3) integrazione numerica dei bacini previsti nell’accordo dell’aprile 2007, svuotati dalle assunzioni a tempo indeterminato, con le lavoratrici ed i lavoratori che non erano, a suo tempo, stati inseriti nei bacini per carenza di giorni lavorati.
In questo modo si potrà attuare una graduale stabilizzazione a tempo indeterminato di tutto il personale utilizzato a termine oggi.

4) le assunzioni a tempo indeterminato dovranno essere effettuate costituendo graduatorie sulla base del numero dei giorni lavorati dal 1° contratto in RAI anche con contratti diversi (assistente ai programmi e/o programmista-regista, periodi di lavoro svolti in più aziende del gruppo RAI, …).
Le assunzioni dovranno fare riferimento alle mansioni svolte nell’ultimo contratto a termine.

5) soluzione concordata per coloro che superano per età anagrafica i limiti garantiti previsti dalla legge 247/2007.

6) definizione concordata su altri aspetti afferenti l’utilizzo a tempo determinato.

7) le assunzioni a tempo indeterminato dovranno interessare tutte le Aziende del gruppo RAI, tutti i Centri di Produzione, tutte le Sedi regionali.

8) effettuazione delle transazioni per i titolari di causa legale che abbiano avuto almeno un giudizio.

Cordiali saluti.

SNATER UGL LIBERSIND

printfriendly pdf button - RAI, Libersind: comunicato sull'accordo tempi determinati