Relazione Annuale dell’Antitrust: nell’on-line va riconosciuto il valore dei contenuti

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, presieduta da Antonio Catricalà, ha presentato ieri, 21 giugno, alla Camera dei Deputati la propria Relazione Annuale sull’attività svolta nel 2010.

Fra le materie su cui l’Autorità ha concentrato la propria attenzione ci sono il settore energetico, i beni di largo consumo, l’editoria e i trasporti. L’Autorità ha effettuato anche l’istruttoria su Google per abuso di posizione dominante. “Nel corso del procedimento – afferma il testo della Relazione – Google si è impegnata ad adottare una serie di misure pro-concorrenziali quali consentire agli editori di rimuovere o selezionare i contenuti presenti su Google News Italia senza per questo essere esclusi dalla più generale visibilità sul motore di ricerca; rendere note agli editori le quote di ripartizione dei ricavi che determinano la remunerazione degli spazi pubblicitari; rimuovere il divieto di rilevazione dei click da parte delle imprese che veicolano pubblicità con la sua piattaforma”.  Nel contempo, l’Autorità ha segnalato a Parlamento e Governo l’opportunità di aggiornare la normativa sul diritto d’autore per adeguarla “alle innovazioni tecnologiche ed economiche del web”. Per l’Antitrust serve “un sistema di diritti di proprietà intellettuale in grado di incoraggiare su internet forme di cooperazione virtuosa tra i titolari di diritti di esclusiva sui contenuti editoriali e i fornitori di servizi innovativi che riproducono ed elaborano i contenuti protetti da tali diritti”. Si rimarca, infatti come ci sia “un oggettivo squilibrio tra il valore che la produzione editoriale genera per il sistema di internet nel suo complesso e i ricavai che gli editori online sono in grado percepire”. (fonte SIAE)
 
 
printfriendly pdf button - Relazione Annuale dell’Antitrust: nell’on-line va riconosciuto il valore dei contenuti