Revo Blik Station, il primo ricevitore multistandard (DAB/DAB+/DAB-IP/FM) da tavolo

Al prezzo di 229,00 euro questo è il primo apparecchio nativamente compatibile con il sistema DAB+ dopo il dispositivo portatile/tascabile iRiver B20 (che riceve anche la tv mobile DMB)


da Radio Passioni

Distribuito in esclusiva in Italia da Distrel, il recevitore Revo è compatibile con DAB, DAB+, FM/RDS e Internet Radio MP3/WMA (con riproduzione della musica conservata su un PC/MAC o in streaming Windows Media con protocollo UPnP). Al prezzo di 229,00 euro questo è il primo apparecchio nativamente compatibile con il sistema DAB+ dopo il dispositivo portatile/tascabile iRiver B20 (che riceve anche la tv mobile DMB). Angelo Brunero mi segnala tra l’altro che sul sito di e-commerce www.factotus.it la Blik Station è già in vendita al prezzo speciale di 209,99 euro.

La forma dà la sveglia

Per Blik Station, Revo ha scelto un fattore di forma che può non piacere: quello della radiosveglia. La curiosa forma trapezoidale, o a piramide tronca, si adatta anche all’uso come radio da tavolo. Mancano però maniglie e non si può alimentare l’apparecchio a batteria. Leggerissima, Blik Station è disponibile in due colori, bianco e nero. Il display è di dimensioni ridotte, ma ben leggibile, con led bianchi su fondo nero. I pulsanti operativi, come in ogni radiosveglia che si rispetti, sono posizionati sulla faccia superiore. Ergonomicamente è un po’ macchinoso, certamente poco adatto a chi deve allungare la mano dal letto. Ma tutto sommato l’interfaccia è intuitiva, io ho manovrato tutto senza prima leggere il manuale (fornito in PDF su CD). Viene fornito anche un telecomando che non ho ancora provato. Sul pannello posteriore troviamo l’antenna telescopica e le prese per l’alimentatore, la cuffia e le casse stereo. Sul fianco una presa per usare la Blik Station come cassa per l’iPod o il computer. Un piccolo telecomando accompagna il dispositivo riproducendo le stesse funzioni della tastiera o ovviando all’inconveniente di cui dicevo prima. Certo, è un telecomando in più in giro per casa e oltretutto è talmente piccolo e sottile che sembra molto facile smarrirlo.

Non piace il PC

Partiamo subito dall’unica cosa che non sono riuscito a far funzionare: l’ascolto dei file residenti su un PC collegato alla stessa rete. Le istruzioni fornite sono piuttosto chiare, ma non c’è stato verso di andare oltre la scritta “NETWORK ERROR” con il mio portatile Mac OS X. Sono probabilmente io a sbagliare qualcosa, ma l’unico punto che mi viene in mente è il nome di default del “workgroup” o zona di rete che Revo e Mac dovrebbero condividere. Il dialogo tra i due avviene, perché la Revo ha risposto ai miei ping, ho provato a risettare tutte le password e gli account. Ma non c’è stato verso. Ho effettuato in primo tentativo anche con Windows Vista, un sistema operativo a dir poco indecente, lasciatemelo dire. Anche qui non ho avuto successo. Per me questa funzione non è importante e sicuramente posso aver fatto qualche errore io. Diciamo che sospendo il giudizio dando alla Revo il beneficio di inventario. Non posso escludere che lavorandoci sopra il problema non si risolva, ma se per voi la possibilità di ascoltare le musiche salvate sul PC, fate un po’ d’attenzione.

FM/RDS adeguata

Come radio, invece, Blik Station funziona in modo eccellente, e anche la qualità del suo piccolo altoparlante non lascia niente a desiderare. La ricezione in FM è più che soddisfacente e l’apparecchio supporta l’RDS e il Radiotext, visualizzati in tempi ragionevoli (non fulminee, specie se il segnale è medio).
Mi è sembrata più che discreta la selettività. La sintonia con i tastini del lato superiore è tutto sommato agevole ed è prevista una funzione di scan con due livelli di sensibilità, facilmente azionabile con i pulsanti freccia o tenendo premuto il pulsante SELECT, che permette di passare da una stazione all’altra in un secondo. Si possono memorizzare fino a dieci stazioni preferite semplicemente tenendo premuto uno dei corrispondenti tasti numerici. Il pulsante INFO su una stazione sintonizzata produce una serie di videate informative con il nome della stazione, la frequenza, il tipo di programma, data e ora.

Internet radio da campioni

Straordinaria la ricezione Internet. Blik Station supporta stream MP3, Windows Media e Real e la lista delle stazioni è consultabile per location (area geografica e singole nazioni) e per genere. Sorprendente la capacità sinergica con il server della directory di stazioni, realizzato dalla stessa Frontier Silicon che ha fornito il chipset. Blik dispone di due liste, stazioni preferite e stazioni aggiuntive (non originariamente presenti nell’elenco generale), che si possono gestire andando all’indirizzo www.wifiradio-frontier.com e registrando l’apparecchio inserendo un token (access code) generato sul momento da uno dei controlli della Blik Station. Una soluzione elegante. Dopo aver registrato la vostra radio in questo modo, potete accedere sul sito Web Frontier ai due elenchi personalizzabili. Volete aggiungere una stazione non ancora catalogata? Basta inserire la URL giusta e il tipo di streaming attraverso l’interfaccia Web. In pochi secondi la stessa stazione sarà presente nella memoria delle stazioni aggiuntive della Blik Station! Sembra complicato ma non lo è e il funzionamento è liscio come l’olio. Frontier afferma di disporre di oltre 10.000 stazioni già catalogate, ma se ne possono trovare molte di più in questo modo. Dimenticavo: oltre agli stream in tempo reale delle stazioni, il catalogo Frontier comprende anche i podcast. Mai visto una Internet radio tanto efficace.

Buona (ma unica) la terza

E veniamo alla sezione DAB/DAB+. Anche qui lo scan è molto immediato e veloce, purtroppo limitato alla sola banda III. Si possono effettuare lo scan completo della banda, lo scan dell’ensemble sintonizzato e la sintonia manuale (le stazioni DAB+ sono contrassegnate da un +). Anche qui si possono memorizzare dieci stazioni preferite. La sensibilità DAB mi pare superiore alla mia radio DAB Sangean, ma non all’iRiver B20. La resa audio è molto buona in considerazione del piccolo altoparlante e la Blik Station comprende tre livelli di dinamica per l’ascolto della musica. Una volta sintonizzate le stazioni, si può scegliere una lista ordinata per ensemble o per ordine alfabetico. Dopo aver sintonizzato una determinata stazione si possono visualizzare tutte le informazioni relative premendo il pulsante INFO, come avviene per l’FM. A rotazione compaiono: intensità del segnale (grafica), intensità (valore numerico), nome dell’ensemble, frequenza, tipo di programma, eventuale PTY, bit rate e format (DAB/MP2 o DAB+/AAC), data e ora. Non ho avuto difficoltà nel sintonizzarmi su tutti gli ensemble ricevibili qui a Milano e il suono prodotto è molto valido, anche nel caso del vecchio MP2. Come ricevitore ibrido DAB/DAB+ fa decisamente il suo mestiere.

Conclusioni

Qual è il giudizio, in definitiva? Se trascuriamo il problema della riproduzione dei contenuti dal pc, Blik Station è un apparecchio estremamente funzionale, addirittura brillante nella ricezione via Internet. La sezione FM è all’altezza delle difficili condizioni di ascolto milanesi e la presenza dell’RDS è un conforto in più. L’ascolto del DAB e del DAB+ combinati è piacevole, e questo nonostante un altoparlantino oggettivamente striminzito. Forse, sul piano ergonomico Revo dovrebbe studiare qualcosa di più fluido. La posizione dei tastini alla fin fine è abbastanza comoda per chi deve esercitare la pressione sui comandi, ma per chi deve tenere sott’occhio anche il display la mano può ostacolare la visione. Inoltre bisognerebbe avere sempre il display all’altezza dell’occhio, altrimenti si rischia, una poco pratica visuale di sghembo. Il telecomando rimedia all’inconveniente, ma è un di più di cui molti fanno a meno.
C’è chi potrebbe obiettare sulla scelta di creare una radiosveglia (a proposito, ci sono due allarmi impostabili e potete scegliere il modo e la stazione, Internet/DAB/FM con cui essere svegliati), ma immagino che altri fattori di forma arriveranno in futuro. Il prezzo della Blik è giusto? Se questa fosse solo una Internet radio forse 229 euro (210 su Factotus) sarebbero già considerati eccessivi. Ma questa dopotutto non è una semplice Internet radio. La compatibilità col DAB+ e la retrocompatibilità con FM e DAB sono un buon vantaggio in termini di durata dell’investimento, anche se in Italia il mancato supporto del DMB potrebbe rappresentare un problema. Questa radio costa come il Morphy Richards (in compenso il Morphy non supporta le Internet radio e non è aggiornabile al DAB+), ma non supporta il DRM. Non credo che molti di noi rimpiageranno la cosa. Blik Station è per molti versi un “solid performer” e sul suo aspetto esterno si può chiudere un occhio. La sua ottima flessibilità, inferiore solo al B20 iRiver (la cui sezione FM non ha l’RDS), può accontentare molti gusti, malgrado il serio inconveniente della non copertura della Banda L.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Revo Blik Station, il primo ricevitore multistandard (DAB/DAB+/DAB-IP/FM) da tavolo

Non perdere le novità: iscriviti ai canali social di NL su Facebook e Telegram. News in tempo reale

Ricevi gratis la newsletter di NL