Sciopero dei giornalisti contro il provvedimento sulle intercettazioni. Emilio Fede non ci sta: “Il TG4 andrà regolarmente in onda, anche alla presenza del solo direttore”

"Leggo che, contro il decreto sicurezza che limita gli abusi delle intercettazioni telefoniche (comprese le cosiddette fughe di notizie), la FNSI annuncia – per il giorno 14 luglio – uno sciopero per chiedere che sia garantito il diritto-dovere di informazione. Fermo restando che questo diritto è ampiamente garantito, e altrettanto lo sarà nelle norme previste dal decreto sulla sicurezza. Fermo restando il rispetto che ho per gli organi sindacali (quando non siano politicamente ispirati): non aderirò allo sciopero. Invito piuttosto il Sindacato a preoccuparsi della crisi dell’editoria che vedrà prossimamente (oltre a quanto già avvenuto) centinaia di colleghi in cassa integrazione, che si aggiungono a migliaia già disoccupati. Il Tg4 – anche soltanto con la presenza del direttore – andrà dunque regolarmente in onda", è la dichiarazione rilasciata da Emilio Fede, direttore del telegiornale di Retequattro.
 
 
printfriendly pdf button - Sciopero dei giornalisti contro il provvedimento sulle intercettazioni. Emilio Fede non ci sta: "Il TG4 andrà regolarmente in onda, anche alla presenza del solo direttore"
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on email
Share on telegram
Send Mail 2a1 - Sciopero dei giornalisti contro il provvedimento sulle intercettazioni. Emilio Fede non ci sta: "Il TG4 andrà regolarmente in onda, anche alla presenza del solo direttore"

Lifegate, Roveda: siamo l’opposto di una radio commerciale. Ma non siamo comunitari

IN ARRIVO