Home Radio e TV Storia della radiotelevisione italiana. Emilia Romagna, 1977: nasce Radio Risposta (Modena)

Storia della radiotelevisione italiana. Emilia Romagna, 1977: nasce Radio Risposta (Modena)

SHARE
Nella seconda metà degli anni ’70 la Chiesa Cristiana Evangelica di Modena, la cui sede era allora in Via Peretti 3/d, così come altri enti religiosi, decise di dar vita ad una radio privata con l’obiettivo di far conoscere “il messaggio di salvezza in Cristo e i valori della fede evangelica“.
Il medium radiofonico è infatti ideale per il proselitismo: le religioni di tutto il mondo l’hanno capito da tempo e vogliono sfruttare appieno le aperture offerte in Italia dalla sentenza 202/1976 della Corte Costituzionale, che ha dichiarato l’incostituzionalità del monopolio radiotelevisivo della RAI su scala locale. “Così il 20 dicembre 1977, in una soffitta al 5° piano di uno stabile di Modena, “Radio Risposta” iniziava le proprie trasmissioni in FM, con appena 100 Watt di potenza. A quel tempo, le stazioni radio private erano poche e l’etere meno affollato di adesso”. Il segnale di “Radio Risposta raggiungeva buona parte delle province di Modena, Bologna, Reggio Emilia, Mantova e Verona, giungendo fino alle pendici delle Alpi”, precisano i fondatori. L’emittente trasmette (e trasmetterà per tutta la sua esistenza) su 94,800 MHz.Radio Risposta antenne particolari 3 - Storia della radiotelevisione italiana. Emilia Romagna, 1977: nasce Radio Risposta (Modena)Il palinsesto prevedeva inizialmente poche ore di programmazione, replicate più volte nell’arco della giornata, “ma l’entusiasmo, l’impegno e le motivazioni dei collaboratori erano più che evidenti”.
Il direttore della stazione è Davide Hansen, mentre alla direzione dei programmi vi è  Fabio Arini. In breve tempo, sorsero un po’ ovunque tante altre radio private fino ad affollare l’etere e interferire l’una con l’altra, limitando le performance iniziali. Per far fronte alla nuova situazione e non soccombere, “Radio Risposta potenziò il proprio segnale portandolo a 500 Watt e spostò il trasmettitore in montagna, a Faeto di Serramazzoni”. Fu questo un grande progresso nella diffusione, poste le enormi potenzialità del sito in alturaTuttavia, la postazione montana di per sé non bastò a limitare l’ingerenza delle emissioni adiacenti e isofrequenziali da altri territori e l’emittente “dovette passare a 1000 e poi a 2000, per poter coprire il proprio bacino d’utenza”. In quel periodo la gestione della radio “divenne ogni giorno più impegnativa in termini di personale qualificato, disponibilità economiche e impiego di attrezzature”.radio risposta studio 2 - Storia della radiotelevisione italiana. Emilia Romagna, 1977: nasce Radio Risposta (Modena)Consapevole di tutto ciò e per dare continuità e futuro alla stazione radio, nel 1984 la Chiesa Evangelica di Modena cedette a Voce della Bibbia (da cui aveva ricevuto collaborazione fin dall’inizio) la completa gestione e responsabilità della radio. Attiva dal 1951 in Italia, la Voce della Bibbia era nata come filiale italiana della missione internazionale Back to the Bible. Nel corso degli anni, e in particolare dagli anni Settanta, l’ente aveva contribuito massicciamente alla fondazione, alla crescita ed al consolidamento delle numerose radio evangeliche in Italia e in altri Paesi europei, abbinandovi un’attività di consulenza agli ascoltatori e a un impegno editoriale a sostegno del lavoro radiofonico. Di fatto, si trattava di un supporto per un vero e proprio network di radio evangeliche.
Nel 23/08/1990, entrò in vigore la legge 223/1990 e in concomitanza della novella legislativa Radio Risposta si costituì in Associazione senza scopo di lucro per poter ottenere la concessione di carattere comunitario in ambito locale.radio risposta striscione - Storia della radiotelevisione italiana. Emilia Romagna, 1977: nasce Radio Risposta (Modena)Ma ogni iniziativa ha la sua epoca e così, al mutare dei tempi e delle esigenze, anche per Radio Risposta giunse il momento di abbandonare l’etere. Il 30/10/2007, ad un soffio dal trentennale, “soprattutto per necessità economiche dell’organizzazione Back to the Bible, da cui dipendeva Voce della Bibbia, Radio Risposta cessava le sue trasmissioni in FM” a favore della neonata Radio Modena – L’informazione, che succede nell’esercizio dell’importante impianto 94,800 MHz di Serramazzoni (con almeno la soddisfazione che il testimone è stato raccolto da un’emittente locale e non già dall’ennesimo network in cerca di espansione).

La chiusura delle attività radiofoniche incide anche su quelle collaterali della Voce della Bibbia, che a sua volta, dopo 46 anni, termina la propria esperienza. Nella storia di Radio Risposta rientra però, a questo punto, la Chiesa Cristiana Evangelica di Modena che, in collaborazione con il CEM (Centro Evangelico Modenese), inizia la scrittura di un nuovo iter. Spiega l’ente: “In questi anni la tecnologia ha fatto passi enormi. Quello che era inimmaginabile solo qualche anno fa, ora è possibile. Così il 31 dicembre 2007, dalle ceneri di Radio Risposta FM, nasce Radio Risposta Web. Radio Risposta quindi, è ancora “in onda”, non più nell’etere, ma nella rete. Il suo potenziale uditorio non è più l’ambito locale, ma il mondo intero. Dal 1977 ad oggi sono cambiate tante cose; è cambiata la programmazione, il sound, si sono susseguiti decine e decine di conduttori radiofonici, è cambiata la tecnologia utilizzata da Radio Risposta per farsi ascoltare, ma non il suo obiettivo e il motivo per cui è nata”. L’emittente è sintonizzabile alla pagina web www.radiorisposta.org. (M.L per NL)