Home Radio e TV Storia della radiotelevisione italiana. Tempo Tv e TVL Televisione Libera: le prime...

Storia della radiotelevisione italiana. Tempo Tv e TVL Televisione Libera: le prime tv private. Nel 1956 e 1957!

Nel 1956, la romana Tempo TV, che è collegata al quotidiano il Tempo, inoltra al Ministero delle Telecomunicazioni un’istanza contenente la richiesta di poter usufruire dei canali televisivi al di fuori della concessione esclusiva accordata alla Rai.
Ma il dicastero delle Tlc rigetta l’istanza e così alla prima televisione privata italiana non viene data la possibilità di trasmettere.
Sennonché, nel corso del 1957, TVL – Televisione Libera, emittente di Milano a capitale privato di Gianvittorio Figari, inizia prove tecniche di trasmissione – più che altro test per tarare gli impianti (progettati dall’ing. Alessandro Banfi, già progettista di impianti UHF e VHF dell’E.I.A.R.) – da un grattacielo in centro a Milano (il Breda, in Piazza della Repubblica, anche se qualcuno sostiene cge i test fossero condotti sulla Torre Velasca), in VHF (canale A oppure, meno probabilmente, canale H1) con una e.r.p. di ben 800 W (in apertura il monoscopio utilizzato).grattacielo breda 203x300 - Storia della radiotelevisione italiana. Tempo Tv e TVL Televisione Libera: le prime tv private. Nel 1956 e 1957!
Per la storia è la prima televisione privata italiana che trasmette. La società è stata costituita il 16 maggio 1957 a Milano nello studio del notaio Raffaello Meneghini e la compagine societaria è sostenuta dall’Italcementi, dalla casa discografica Rca (25%) e (pare) da capitali USA.
Quote di minoranza (10%) fanno riferimento al giornalista Luigi Carlo Mazzoldi, che assume la carica di direttore della testata e che è coadiuvato nella gestione da Attilio Volontari (consigliere delegato) e Francesco De Marsico. L’idea è di realizzare un’emittente senza canone di abbonamento, finanziata solo dalla pubblicità. La supervisione tecnica del progetto è affidata a Williams Berns, ingegnere capo della Radio Corporation of America, proprietaria della NBC che fornisce macchinari, tecnici e molte trasmissioni da doppiare. L’emittente annuncia l’avvio delle trasmissioni ufficiali per il 6 novembre 1958 con uno show in diretta con Frank Sinatra.RAI monoscopio 300x150 - Storia della radiotelevisione italiana. Tempo Tv e TVL Televisione Libera: le prime tv private. Nel 1956 e 1957!
Il 24 ottobre 1958, con un blitz della polizia giudiziaria, gli studi di trasmissione (al 29° e 30° piano del grattacielo Breda) sono sottoposti a sequestro preventivo con provvedimento del Procuratore della Repubblica per mancanza di possesso di licenza di servizio”. Il procedimento penale a carico degli ideatori si conclude il 23 novembre 1960 con un’assoluzione perché “al momento del sequestro gli impianti non erano in funzione e la televisione non aveva ancora iniziato le sue programmazioni”.
Così, in sordina, la parentesi appena aperta di una tv privata italiana si chiude e per vedere l’avvio delle prime trasmissioni libera occorrerà attendere più di dieci anni. (M.L. per NL)

2 COMMENTS

  1. Spettabile redazione, sono autore del libro "Sport in Tv", che ho avuto l’onore di scrivere con il grande Massimo De Luca e pubblicato per Rai Eri, dunque mi occupo di storia della Tv. Mi permetto di segnalare alla Vostra attenzione un errore, nel bell’articolo di Ruggero Righini sulle esperienze delle Tv private dal 1955 al 1967. Tele Capodistria è infatti nata ufficialmente il 6 maggio 1971, come ho scritto anche nel mio primo libro "La Tv per sport", recensito anche dal Vostro sito, e in "Sport in Tv", che riprende e amplia i temi del primo libro. Già nel febbraio dello stesso anno erano però iniziate le trasmissioni sperimentali di Tele Capodistria. Non è dunque possibile che dalla Jugoslavia Tele Capodistria sia arrivata in Veneto già il 10 marzo 1968. Potrebbe invece essersi trattato del programma in lingua italiana in onda sulla Tv slovena, ma si tratterebbe comunque del segnale della Radio Televisione Slovena. Vi ringrazio per l’attenzione.
    Cordiali saluti
    Pino Frisoli
  2. La questione, in effetti, merita approfondimento. RTV Slovenia, creata nel 1928, inizia le trasmissioni televisive sperimentali nel 1949; nel 1958 ha il via la programmazione ufficiale. Ha sede a Lubiana e dispone di due centri regionali di produzione: a Capodistria anche in lingua italiana e Maribor per la minoranza ungherese. Nel 1960 produce le prime trasmissioni per l’Eurovisione. Nel gennaio 1968 trasmette un quindicinale sperimentale in lingua italiana dal titolo “La costiera”, rivolto alla minoranza italiana di Slovenia e Croazia sulla frequenza di Tv Lubiana, poi dal 1971 Tele Koper Capodistria, canale 27 UHF del Monte Nanos e riceve un buon riscontro di pubblico. La Storia della Tv (1910-1990) riporta un interessante titolo alla data 10 marzo 1968: "Arriva dalla jugoslavia il terzo programma tv". Il titolo a tutta pagina è del settimanale ABC. Si riferisce alla trasmissione in lingua italiana messa in onda dalla tv jugoslava il  9 e il 23 gennaio, il 6 e il 20 febbraio, il 5 e il 10 marzo. Si tratta di 15 – 20 minuti di trasmissione (durante la quale viene inserita la pubblicità), ricevuta in Veneto e sulla costa adriatica. (R.R.)
     

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here