T.I.Media: gara a 3 su asset digitali, parte due diligence

Entra nel vivo l’asta per la cessione da parte di Telecom Italia Media dei multiplex per la tv digitale terrestre. Si tratta in particolare della quota di maggioranza di Telecom Italia Media Broadcasting, operatore di rete di T.I.Media che sviluppa e gestisce le reti televisive analogiche e digitali del gruppo. Domani verranno effettuati i primi passi per la due diligence da parte delle societa’ interessate, che incontreranno il vice presidente esecutivo di T.I.Media, Giovanni Stella. Secondo quanto si apprende da fonti vicine alla vicenda, sono tre le offerte in campo: Trilantic Capital Partners, fondo di private equity sorto dopo l’acquisizione di asset dell’ex Lehman Brothers; HighBridge Constellation, fondo di private equity cui fa capo Dahlia Tv, emittente gia’ attiva in Italia sul digitale terrestre; Bnp Paribas, la banca francese che presenterebbe un’offerta per conto di terzi. Secondo indiscrezioni di mercato, sui multiplex di Tim Broadcasting sta facendo le sue valutazioni 3lettronica Industriale, societa’ del gruppo Mediaset che possiede le reti con cui vengono diffusi la maggior parte dei servizi tv della societa’ di Cologno Monzese. La valutazione data agli asset da Telecom Italia Media, spiegano le fonti, si aggira attorno ai 300 milioni di euro. Tim Broadcasting e’ titolare della licenza di operatore di rete televisiva in tecnica digitale e garantisce con le sue due reti la copertura rispettivamente dell’87% e del 78% della popolazione nazionale. (MF Dow Jones)
 
 
printfriendly pdf button - T.I.Media: gara a 3 su asset digitali, parte due diligence