Tv. USA, chiusa un’epoca: lo streaming supera il cavo

tv via cavo

Il primato del modello televisivo classico americano, quello della tv via cavo, da luglio 2022 è consegnato alla storia. Per la prima volta, lo streaming video on demand ha supera il cavo quanto a tempo di fruizione. Lo certificano i dati Nielsen, che mettono nero su bianco la fuga degli americani dagli storici abbonamenti della […]

OTT. Tempi duri per i dipendenti Netflix. Le difficoltà che il gigante dello streaming on demand sta incontrando impattano sull’organico

netflix dipendenti

La società guidata da Reed Hastings non sta passando un momento roseo, tra polemiche, cali in borsa e divergenze interne. In questo mare di problemi, chi sta avendo la peggio sembrerebbero essere i dipendenti del colosso OTT, che starebbe attuando licenziamenti massicci, soprattutto sul continente americano. Netflix e i suoi dipendenti Non è sicuramente il […]

OTT. La strategia civetta di Amazon: Prime Video porta d’accesso all’universo di Bezos

Prime video

Prime Video conferma la linea di successo intrapresa con gli Originals, punto forte dell’offerta della piattaforma. Nonostante i numeri, però, l’OTT non è il core business della società americana che punta invece a un ecosistema in cui ogni aspetto rimanda all’altro: dalla musica, alla logistica, fino – appunto – allo svod. Lo svod del momento Prime […]

Web. Gli editori fanno da sé: Google Amp abbandonata e sotto indagine

Google Amp

Il motore di ricerca di casa Alphabet torna sotto la lente d’ingrandimento dei giudici americani: in particolare, il servizio  Google Amp è stato accusato di sfavorire la libera concorrenza in campo pubblicitario. Un’accusa forse non totalmente infondata, visto l’abbandono del servizio da parte di importanti editori statunitensi. Recap Il 2021 di Google si è chiuso […]

Radio. Randy Lane: ora che brand conta più del segnale basta con slogan come The #1 Hit Music Station. Ecco su cosa invece si deve puntare

brand, randy Lane

“Randy Lane: bisogna cambiare approccio con la promozione dei brand radio. Gli ascoltatori apprezzano contenuti senza o con meno pubblicità; il posizionamento musicale è ancora importante, ma slogan come “Best Variety”, “The #1 Hit Music Station” e “Hit ’70, ’80 e ’90” saranno sempre meno efficaci mano a mano che gli ascoltatori trascorrono più tempo […]

Radio e digital audio. Più pods e meno spot nel futuro radiofonico. E così i grandi gruppi fanno shopping sul mercato digital

digital audio

Radio: il futuro radiofonico è nelle soluzioni digital audio. Cioè la declinazione della pubblicità radiofonica nelle varie forme digitali: dai preroll ai midroll, dal display ai branded content. Come in televisione, gli spot lineari peseranno sempre meno nei bilanci futuri della radiofonia. Ai segnali negativi della pubblicità tradizionale radiofonica fanno da contraltare interessi notevoli verso […]

Radio. 7 mln di ricevitori FM nella case italiane vs 112.400.000 schermi. Intanto NuVoodoo certifica uso smart speaker USA al 67% dei 14/54

NuVoodoo Media

In Italia sono circa 7 mln i ricevitori FM casalinghi a fronte di 4,6 device digitali per famiglia. Secondo il Censis, nel 2019 nelle case degli italiani c’erano, infatti, 44.700.000 smarphone, 42.700.000 tv e, in generale, 112.400.000 schermi. La radio ha salvato l’ascolto nel 2020 anche senza la mobilità essenzialmente grazie ai device digitali. Cioè […]

Radio. Nielsen: negli USA la Radio ha recuperato la quasi totalità dell’ascolto perso col Covid. Grazie alle cuffie…

cuffie

Durante un webinar di martedì, Nielsen ha aggiornato i clienti sul recupero dell’ascolto della radio negli USA dopo la battuta d’arresto del COVID-19. La società di rating ha anche rilasciato dati per la prima volta che includono gli aggiustamenti per rilevare l’ascolto attraverso le cuffie (headphone listening). La rilevazione dell’ascolto in cuffie diviene stabile Nielsen […]