Radio. Picchio (Voci FM): vi spiego perché dietro l’iniziativa Studio AD di Spotify ci sono opportunità anche per la Radio e chi ci collabora

Lapo De Carlo, voci studio ad spotify, crescita

Picchio: Studio AD, Spotify e Radio locali sono due ecosistemi differenti. Chi pianifica pubblicità lo sa o se ne accorgerà. E difficilmente “dimenticherà” la Radio. Nel breve periodo nessuna guerra. Nel lungo termine Spotify e Radio si divideranno il mercato pubblicitario: i giovani da una parte e gli adulti dall’altra. Piuttosto, l’iniziativa Studio AD potrebbe […]

Audioproduzioni. Voci.fm si sdoppia in Voci.net creando un motore di ricerca di 3000 speaker italiani

voci.net, voci.fm

Il popolare portale delle voci italiani (oltre 3000 speaker disponibili ogni giorno), Voci.fm, si scinde in due siti,  ognuno legato all’altro, ma con specifiche e distinte identità e funzioni. È infatti online Voci.net, spin off del noto Voci.fm per alleggerire il portale principale, migliorarne ulteriormente la user experience e indirizzarlo più decisamente verso l’informazione, cedendo […]

Radio. Il medium è resiliente, ma deve affrontare una crisi che non è (solo) quella del Coronavirus. De Robertis: manca la volontà di sperimentare come una volta

medium

“I contenuti del medium sono sempre meno protagonisti nell’offerta. Non c’è più competitività. Si è perso il gusto di fare le cose, mentre la passione per la radio vive e si alimenta attraverso scelte innovative e coraggiose. Quanto più spettacolari sarebbero i programmi se si potesse tornare a condividere emozioni e cavalcare i momenti che […]

Radio. Emergenza Coronavirus: inutile moltiplicazione flussi informativi anche su canali musicali? Pericoloso affidare a dj ruoli paragiornalistici

emergenza coronavirus

Molte emittenti radio con format musicali stanno in questi giorni stravolgendo la propria programmazione aumentando i contributi informativi per aggiornare sugli sviluppi della emergenza Coronavirus. Ma serve veramente? Inutile moltiplicare: il rischio è solo quello di fare danni senza produrre audience Chi cerca informazioni in tempo reale sulla diffusione del virus è improbabile che scelga […]

Radio Tv 4.0. La visual radio DTT crea indotto: gli studi di produzione ne prendono atto e nascono servizi ad hoc. Ma c’e’ bisogno anche di nuove figure professionali

studio di produzione, elite

La visual radio DTT diventa adulta, uscendo piano piano dalla fase sperimentale dei primi tre anni del boom e chiede al mercato di supportarla nella produzione di contenuti e con nuove figure professionali. “L’approdo delle radio nel mondo visual DTT è quasi sempre lo stesso: audiografica statica, audiografica dinamica e infine passaggio ai filmati, nelle […]

Radio digitale. RAI Radio non spinge piu’ su FM: tutte le risorse su DAB, IP e DTT. Nel 2018 attivati 8 impianti su 33, ma nel 2019 previsto quasi il raddoppio

RAI Radio

8 impianti DAB+ attivati nel 2018, per un totale di 33 operativi. Altri 28 pronti per essere accesi nel 2019. RAI decide di concentrare l’attenzione sulla multipiattaforma digitale (DAB+, IP, DTT, sat) piuttosto che sulla FM. Sono 8 gli impianti Dab+ accesi da Rai a fine dell’anno scorso, che sommati a quelli già operativi hanno […]

Radio e tv. ”I nomi d’arte”: motivazioni ed esigenze diverse di una pratica che sembra non passare mai di moda

nomi

La scelta, qualche volta necessità, di farsi chiamare con uno pseudonimo nei ”tempi moderni” è spiegabile con poche motivazioni. Una sola, in realtà, ad apparire logica adesso: quella di trovare nomi più orecchiabili e facili da ricordare. Esigenza simile in svariati campi artistici: sono tantissimi gli esempi in ogni ambito mediatico. Giusto per citarne qualcuno tra quelli […]

Radio. Conduttori: ricambio generazionale problematico con forti dubbi sulla nascita di nuove stelle

conduttori

Senza volere necessariamente immaginare scenari apocalittici stile ”1997: Fuga da New York”, rimane comunque forte lo scetticismo di come potrà essere gestito il turn over dei conduttori radiofonici nel turbolento prossimo decennio di settore, connesso all’inevitabile ricambio generazionale. Ipotizzando (ed è lecito farlo a breve termine) che non muteranno in maniera radicale gli stilemi dei palinsesti […]